Cronaca Aprilia

Evasione fiscale alla Aprilia Multiservizi, ora è tutto prescritto

Oggi la sentenza del Tribunale che ha chiuso un'inchiesta partita nel 2003 su mancati versamenti per 23 milioni di euro

Si è concluso con una sentenza di non doversi procedere per intervenuta prescrizione il processo per la maxi evasione fiscale della società pubblica Aprilia Multiservizi a carico di sette ex dirigenti: Carla Amici, Riccardo Mignani, Salvatore Messere, Massimo Bortolameotti, Felice Palumbo, Rino Savini e Amedeo Avenale.

L’inchiesta della Procura della Repubblica di Latina era partita nel 2003 e aveva portato alla luce una presunta evasione di 23 milioni di euro per il mancato versamento di contributi assistenziali e previdenziali e false comunicazioni in bilancio. Questa mattina il Tribunale di Latina – presieduto da Gianluca Soana – ha dichiarato la prescrizione dei reati ma il collegio dei difensori – composto dagli avvocati Felline, Oropallo, Bozheku, Cassoni e Moscia – ha già preannunciato la volontà di ricorrere in Cassazione per ottenere una sentenza di assoluzione con formula piena che permetterebbe peraltro ai sete imputati di non incorrere nell’eventuale procedimento per danno erariale da parte della Corte dei Conti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione fiscale alla Aprilia Multiservizi, ora è tutto prescritto

LatinaToday è in caricamento