Cronaca Aprilia

Operazione Babele, i turni dei pusher nel supermarket della droga: così avveniva lo spaccio h24

I dettagli dell'indagine che ha portato i carabinieri del reparto territoriale di Aprilia ad arrestare 16 persone considerate componenti di un'organizzazione criminale

Due i vertici dell'organizzazione, Stefano Licari e Riccardo Mortella, entrambi apriliani di 28 anni, che si occupavano in prima persona della gestione dell'attività di spaccio affidando poi le dosi di stupefacente a tutti gli altri collaboratori che componevano la rete. Sono alcuni dei dettagli che emergono nell'ambito dell'operazione Babele, coordinata dalla Dda di Roma e condotta dai carabinieri del reparto territoriale di Aprilia guidati dal tenente colonnello Riccardo Barbera.

Operazione Babele: i nomi dei 16 arrestati

Sedici in tutto gli arresti a carico di altrettanti componenti di un gruppo che agiva prevalentemente nella città di Aprilia. Undici di loro sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. "L'indagine - spiega il colonnello Barbera, al comando del reparto territoriale dei carabinieri di Aprilia - è nata nel 2018 con alcuni sequestri di droga avvenuti su strada. Siamo poi riusciti a ricostruire la rete e ad accertare che il gruppo utilizzava il quarto piano di una palazzina in via Vanzina, una traversa di via Carroceto, trasformato in un supermarket della droga, con telecamere di sorveglianza e porte blindate". Nell'appartamento diventato una centrale dello spaccio c'era un via vai di pusher che si davano i turni e di acquirenti che potevano trovare la droga, in particolare hashish, cocaina e marijuana, in qualunque momento della giornata. Dopo aver scoperto il covo durante le indagini, l'appartamento di via Vanzina è stato dismesso e i pusher si sono trasferiti altrove". I militari hanno poi scoperto nel corso dell'attività investigativa anche due appartamenti adibiti a "raffinerie" della droga, in cui si cuoceva la cocaina per trasformarla in crack.

Nel corso del blitz, avvenuto questa mattina, 30 marzo, alla vista dei militari alcuni degli arrestati hanno lanciato dalla finestra un etto di cocaina e un quantitativo analogo di hashish, che sono stati però prontamente recuperati e sequestrati.

Blitz dei carabinieri contro un'organizzazione di trafficanti - Il video

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Babele, i turni dei pusher nel supermarket della droga: così avveniva lo spaccio h24

LatinaToday è in caricamento