Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Fermato con venti chili di bulbi di papavero, condannato a due anni e otto mesi

L'imputato era incappato in un posto di blocco dei carabinieri a Aprilia. E' accusato di detenzione a fini di spaccio e ha scelto il rito abbreviato

Era stato fermato con due connazionali in un’auto con all’interno tre valige contenenti 20 chili di bulbi di papavero essiccati. Questa mattina per Hasan Mahamudul, 39 anni, originario del Bangladesh, è arrivata una condanna a due anni e otto mesi di carcere per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operazione oggetto del processo risale al 24 agosto dello scorso anno quando i carabinieri del Norm avevano fermato nei pressi della stazione ferroviaria di Campo di carne tre cittadini del Bangladesh di 31, 39 e 56 anni, tutti domiciliati a Roma. I controlli da parte dei militari avevano portato al rinvenimento nella macchina, una monovolume Fiat Ulysse, di tre valigie che contenevano complessivamente 20 chili di bulbi essiccati di papavero da oppio suddivisi in 196 buste.  I tre stranieri erano stati arrestati.

Questa mattina uno dei tre, che ha scelto il rito abbreviato, è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giorgia Castriota assistito dall’avvocato Gianluca La Penna. Il gup ha accolto le eccezioni della difesa riconoscendo all’imputato la detenzione di sole dieci buste e non dell’intero quantitativo e alla fine è arrivata la condanna a due anni e otto mesi di carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato con venti chili di bulbi di papavero, condannato a due anni e otto mesi

LatinaToday è in caricamento