menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina al tabacchi: arrestato in un casa popolare occupata. Sospettato per il falso allarme bomba a Cisterna

In carcere, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare, un 34enne rumeno, cognato di Cristian Battello e considerato colui che ha abbandonato un'auto rubata davanti alla caserma di Cisterna

E' stato rintracciato e arrestato all'interno di una casa popolare di Aprilia che aveva occupato senza titolo insieme alla propria famiglia. In carcere a Latina è finito Marian Tricolic, un 34enne di nazionalità rumena, accusato dei reati di rapina in concorso, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate.

L'uomo è stato arrestato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Latina che ha concordato con i risultati investigativi dell'Arma dei carabinieri. Il 30 settembre scorso infatti il 34enne è stato sorpreso nel corso della notte mentre si appropriava di beni di vario genere all'interno di una tabaccheria di Aprilia. Alla vista dei militari aveva opposto un'energica resistenza riuscendo a fuggire. I carabinieri in quell'occasione erano riusciti a bloccare il complice ed erano poi risaliti a lui. 

L'uomo era attenzionato anche perché ritenuto responsabile di aver abbandonato un'auto rubata, la sera del 7 ottobre scorso, davanti alla caserma dei carabinieri di Cisterna. Un episodio che aveva fatto scattare la procedura per un allarme bomba, poi rivelatosi infondato, con l'intervento degli artificieri. Il 34enne è anche il cognato di Cristian Battello, il 31enne arrestato ad Aprilia per minacce ai carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento