Cronaca Aprilia

Tentato omicidio a coltellate in piazza, assolti i due imputati

I fatti erano accaduti ad Aprilia ma la vittima ha cambiato più volte versione e poi ha fatto perdere le proprie tracce

Si è concluso con una assoluzione il processo a carico di due ragazzi di Aprilia accusati del tentato omicidio di un 23enne di nazionalità rumena.

La sentenza nei confronti di Antonio Capasso e Stefano Catozzi è arrivata a conclusione di un lungo iter giudiziario visto che i fatti contestati ai due imputati risalgono al 19 giugno 2012. Quel giorno i due ragazzi, che all’epoca avevano rispettivamente 18 e 19 anni, nel corso di una lite in piazza Roma ad Aprilia con un 23enne lo avevano accoltellato più volte ferendolo gravemente: la vittima era stata trasportata al San Camillo di Roma dove era rimasto ricoverato in gravi condizioni per alcuni giorni salvo poi riprendersi. Capasso e Catozzi erano stati indagati per tentato omicidio e poi rinviati a giudizio. La denuncia del 23enne raccolta dagli investigatori era apparsa contraddittoria in più parti e la versione di quanto accaduto soggetta a modifiche. Oltre a ciò il giovane si era praticamente reso irreperibile e non si è mai presentato in aula per il processo a carico dei suoi presunti aggressori.

Oggi l’ultima udienza nel corso della quale il pubblico ministero Giuseppe Bontempo ha chiesto l’assoluzione di entrambi gli imputati, richiesta alla quale si è associata la difesa rappresentata dall’avvocato Luca Melegari. A conclusione della camera di consiglio il Tribunale presieduto da Gian Luca Soana ha emesso una sentenza di assoluzioone per non aver commesso il fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio a coltellate in piazza, assolti i due imputati

LatinaToday è in caricamento