rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Aprilia

Tentato omicidio per un debito da 20 euro, condannato a otto anni di carcere

Il processo con rito abbreviato al 58enne di Aprilia Giancarlo Sitta: aveva accoltellato un 60enne in via Aldo Moro ferendolo gravemente

Otto anni di carcere. Questa la condanna per Giancarlo Sitta, il 58enne di Aprilia accusato del tentato omicidio di Giancarlo Pierri per futili motivi. L’uomo, assistito dall’avvocato Fabrizio D’Amico, questa mattina è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Cario ed ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato per beneficare dello sconto di un terzo della pena.

I fatti oggetto del procedimento risalgono al 3 dicembre dello scorso anno quando in via Moro Sitta, per un presunto debito di 20 euro ha colpito la vittima con un coltello a serramanico all’addome provocandogli una ferita al fegato. Pierri si è salvata grazie all’intervento di alcune persone che sono intervenute e lo hanno soccorso e portato in ospedale dove è stato ricoverato in prognosi riservat mentre i carabinieri hanno arrestao l'aggressore.

Questa mattina in udienza il pubblico ministero Giuseppe Miliano al termine della sua requisitoria ha chiesto per l’imputato una condanna a nove anni di carcere. Il gup, al termine della camera di consiglio, ha riconosciuto il 58enne, che si trova tuttora agli arresti domiciliari, colpevole di tentato omicidio e lo ha condannato a otto anni concedendogli le attenuanti generiche per l’avvenuto risarcimento e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio per un debito da 20 euro, condannato a otto anni di carcere

LatinaToday è in caricamento