rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Dai domiciliari al carcere per rapina, estorsione, spaccio e anche evasione

Due arresti dei carabinieri: uno si era allontanato dai domiciliari, l'altro deve scontare una condanna

Due arresti per estorsione, rapina, spaccio di droga, lesioni e danneggiamento. I carabinieri della stazione di Tor San Lorenzo, nel comune di Ardea, nel giro di pochi giorni hanno eseguito due ordini di esecuzione di pena nei confronti di due uomini di 56 e 63 anni. Il primo risultava già sottoposto agli arresti domiciliari per diversi reati tra cui rapina, estorsione e spaccio di stupefacenti. 

Nel corso di un controllo predisposto proprio sui soggetti destinati a questo tipo di misure i militari hanno però accertato che il 56enne non si trovava nella sua abitazione e si era allontanato senza autorizzazione. L'autorità giudiziaria ha dunque emesso un decreto di sospensione della detenzione domiciliare e disposto la custodia cautelare in carcere.

Il 63enne era invece responsabile di minacce, danneggiamento, lesioni personali e mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice. E' stato trasferito nella casa circondariale di Velletri e dovrà scontare la pena residua di otto mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai domiciliari al carcere per rapina, estorsione, spaccio e anche evasione

LatinaToday è in caricamento