Cronaca

Auto ariete per il furto a un negozio di telefonia: la vettura ritrovata bruciata

I malviventi avrebbero utilizzato un mezzo rubato per il colpo. Su quel caso indagano i carabinieri

Un furto in un negozio di telefona, un'auto bruciata e un cumulo di rifiuti sversati. C'è tutto questo in un rinvenimento fatto ad Ardea dalla polizia locale sul quale, in parte, indagano anche i carabinieri. 

Nei giorni scorsi sono stati trovati dalla polizia locale di Ardea i responsabili dell'incendio di rifiuti gettati all'ingresso del sito archeologico Castrum Inui. L'indagine, partita immediatamente dopo il rogo di domenica, ha fatto scoprire alla polizia locale che i cumuli di immondizia lì posizionati erano stati lasciati da due nuclei familiari non residenti ad Ardea.

I caschi bianchi rutuli diretti dal dottor Sergio Ierace hanno infatti trovato "elementi inequivocabili sulla diretta responsabilità dell'illecito da parte di un nucleo familiare di origini straniere e uno di origine italiana. Si tratta di cittadini non residenti ad Ardea, che sono verosimilmente in questo territorio per il periodo di vacanza", spiegano. 

Grazie ad alcuni controlli incrociati fra i dati a disposizione dei carabinieri e della polizia locale, è stata quindi ritrovata e identificata un'auto usata come ariete per sfondare la serranda e la vetrata di un negozio in di viale San Lorenzo, dove furono rubati smartphone. Su quel caso indagano i militari di Anzio. La vettura è risultata rubata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto ariete per il furto a un negozio di telefonia: la vettura ritrovata bruciata

LatinaToday è in caricamento