Cronaca Terracina

Arsenale a Terracina, sviluppi nelle indagini sul maxi sequestro di armi: un arresto

L'arsenale trovato lo scorso dicembre vicino l'ospedale; l’attenzione dei carabinieri su un gruppo criminale con notevole disponibilità di armi. Arrestato un “insospettabile” di 60 anni

Importanti risvolti nelle indagini legate al maxi sequestro di armi operato nel dicembre scorso dai carabinieri a Terracina: un uomo, per i militari un “insospettabile al soldo della malavita pontina”, è stato arrestato nella notte. 

L’arsenale era stato rinvenuto, nascosto in tre borsoni, in un terreno nei pressi dell’ospedale Fiorini. Nella notte gli uomini della Compagnia e della Stazione di Terracina hanno dato esecuzione ad un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Latina che, concordando con gli esiti delle indagini condotte dai carabinieri, ha portato all'arresto di uomo originario di Narni ma residente a Terracina, Ugo Pioli di 60 anni. 

Blitz dei carabinieri a Terracina: trovate armi e maschere per compiere rapine

Il provvedimentoarriva arriva sulla scorta di rilevanti elementi probatori emersi nel corso della delicata attività d'indagine finalizzata, spiegano i militari, “all'identificazione dei componenti di un gruppo criminale operante nel territorio pontino che, forte del potere intimidatorio derivante dalla notevole disponibilità di armi, munizioni ed esplosivi, mirava a mantenere in esercizio varie attività delittuose ed un ruolo egemone nella geografia criminale provinciale”. 

Al termine delle formalità di rito il 60enne è stato portato nel carcere di Latina. Sono ancora in corso le indagini dei carabinieri e si attendono ulteriori significativi sviluppi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arsenale a Terracina, sviluppi nelle indagini sul maxi sequestro di armi: un arresto

LatinaToday è in caricamento