Cronaca

Processo Arpalo al via, il Latina Calcio ammesso come parte civile

La prima udienza, in aula soltanto Colletti. Assenti Pasquale Maietta e Paola Cavicchi

Prima udienza oggi pomeriggio in Tribunale del processo Arpalo che si è conclusa con l’accoglimento della costituzione di parte civile del Latina Calcio e delle società Emme e 3 Assi attraverso le curatele fallimentari.

Sul banco degli imputati, a rispondere a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, trasferimento di valori all’estero, riciclaggio transnazionale, reati tributari e societari, corruzione, ci sono, oltre all’ex parlamentare e ex presidente del Latina Calcio Pasquale Maietta, Paola Cavicchi ed il figlio Fabrizio Colletti, Fabio Allegretti, Giovanni Fanciulli, Pietro Palombi, Roberto Noce e Paola Neroni. Di loro in aula erano presenti soltanto Fabrizio Colletti, attualmente agli arresti domiciliari, e Allegretti mentre gli altri hanno preferito non presenziare.

A rappresentare l’accusa dell’indagine che ha portato alla luce un sistema fatto di operazioni di riciclaggio di denaro utilizzando società fittizie in Svizzera e nel capoluogo pontino, denaro utilizzato anche per il finanziamento occulto del Latina Calcio, i sostituti procuratori Claudio De Lazzaro e Giuseppe Bontempo. Nell’udienza di oggi pomeriggio la difesa degli imputati ha chiesto che venisse dichiarata inammissibile la costituzione di parte civile delle tre società ma il Tribunale – presidente Valentini – a conclusione della camera di consiglio ha invece accolto tutte le parti civili, rappresentate dagli avvocati Gianni Lauretti e Claudio Cardarello. Poi il rinvio all’udienza del 14 dicembre prossimo. 

Le carte dalla Svizzera su Maietta e Cavicchi 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Arpalo al via, il Latina Calcio ammesso come parte civile

LatinaToday è in caricamento