Cronaca Terracina / Via Appia

Arrestati gli autori della rapina al distributore Q8 di Terracina

Fermati a Formia i due malviventi che lunedì avevano portato via 1300 euro da una stazione di servizio sull'Appia. Sono 456 i furti denunciati in provincia nei primi venti giorni di febbraio

Sono stati arrestati a Formia dopo esser stati avvistati dai carabinieri, che hanno rintracciato l’automobile segnalata dai colleghi della polizia di Terracina come quella utilizzata dagli autori della rapina messa a segno la sera di lunedì 5 marzo in una stazione di carburante sulla via Appia. Una vettura - si tratta di una Alfa 156 con una targa ucraina - nella quale i due malviventi avevano ben nascosto la pistola scacciacani utilizzata per impaurire il benzinaio: l’arma era custodita in un vano ricavato dietro l’autoradio.

I militari del nucleo radiomobile del comando di Formia, guidati dal maggiore Pasquale Saccone, hanno arrestato due giovani albanesi, di 22 e 31 anni, domiciliati a Mondragone (Caserta), fortemente indiziati per la rapina realizzata a Terracina. Nella loro vettura, oltre alla beretta 92 alterata e un caricatore a salve con 12 proiettili, è stato ritrovato un armamentario ben nutrito, probabilmente già utilizzato per compiere altri colpi: un bastone in legno, un pacco di fascette blocca-polsi, un rotolo di nastro biadesivo, tre guanti in lattice e due mefisti.

“È un arresto significativo, un intervento a nostro avviso molto importante - ha sottolineato il comandante provinciale dei carabinieri Giovanni De Chiara - perché siamo di fronte a una banda specializzata, come si nota dalle armi in loro possesso. Si tratta di soggetti spregiudicati, che possono mettere in atto comportamenti violenti. Stiamo eseguendo accertamenti per valutare la loro responsabilità in altri furti”.

De Chiara ha poi sottolineato il lavoro investigativo e di controllo del territorio compiuto dai carabinieri per contrastare il fenomeno dei furti e delle rapine. "I reati continuano ovviamente a verificarsi - afferma il comandante - ma l'attività di contrasto sta dando i suoi frutti". E, dati alla mano, sono 456 i furti denunciati nella provincia di Latina dal 1 al 20 febbraio scorsi, a cui si sommano 13 rapine improprie. L'attenzione investigativa dei carabinieri è particolarmente rivolta a fermare i gruppi organizzati specializzati nelle rapine in villa e che si muovono nell'area compresa tra Roma e Napoli.

"Non è vero quello che può pensare il cittadino della strada - aggiunge De Chiara - sul fatto che gli autori di furti e rapine vengano immediatamente scarcerati". Tra le 18 persone arrestate per gli ultimi furti commessi in provincia - fanno sapere i carabinieri - solo 3 sono attualmente tornate libere, mentre 4 sono agli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati gli autori della rapina al distributore Q8 di Terracina

LatinaToday è in caricamento