Cronaca

Blitz della polizia in un'abitazione: trovato e arrestato Anzovino. Si nascondeva in un armadio

Le investigazioni hanno portato a scoprire che il 25enne, detto "Cibba", aveva trovato rifugio in casa di un altro pregiudicato

Doveva espiare la pena a quattro anni e 11 mesi di reclusione in esecuzione di una sentenza emessa dal tribunale di Latina. Ma Alessandro Anzovino, detto "Cibba", 25 anni originario di Napoli, era da tempo irreperibile. Già a dicembre aveva fatto perdere le proprie tracce mentre scontava un'altra condanna agli arresti domiciliari. Proprio per eludere una nuova carcerazione, il giovane era scappato. E solo nella serata di sabato gli investigatori della squadra mobile sono riusciti, dopo un'attività investigativa, a rintracciarlo.

Alessandro Anzovino è stato infatto trovato all'interno di un appartamento dove risulta residente un altro pregiudicato. Qui il 25enne aveva trovato rifugio riuscendo a ritardare la sua cattura in seguito alla sentenza del tribunale. Nonostante le reticenze del proprietario, che agli agenti ha dichiarato che nell'abitazione non c'era nessun altro, il ricercato è stato trovato dentro un armadio dell'abitazione, nascosto tra gli abiti.

Il proprietario dell'appartamento è stato denunciato a piede libero per favoreggiamento personale, mentre Anzovino, catturato dalla squadra volante, è stato condotto nella casa circondariale di Latina. Lo scorso dicembre era riuscito a sfuggire a un controllo da parte dei carabinieri, dileguandosi e facendo perdere le proprie tracce. Il giovane, fratello di Angelo e Salvatore Travali (entrambi detenuti in carcere nell'ambito dell'operazione Don't Touch), ha precedenti per rapina, spaccio, estorsione e reati contro la persona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della polizia in un'abitazione: trovato e arrestato Anzovino. Si nascondeva in un armadio

LatinaToday è in caricamento