Agenti arrestati al carcere di Latina, Sippe: "Polizia penitenziaria è istituzione sana"

L'intervento del presidente nazionale del Sindacato Polizia Penitenziaria De Pasquale

"Mi complimento con le forze dell'Ordine e con il comando della polizia penitenziaria di Latina per l'operazione di questa notte, che ha portato all'arresto anche di due poliziotti penitenziari, a quanto pare corrotti". A dichiararlo è Alessandro De Pasquale, presidente nazionale del Si.P.Pe. (Sindacato Polizia Penitenziaria).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“È inutile nascondere l'amarezza che questo arresto ha determinato tra i poliziotti penitenziari di Latina, tuttavia è opportuno affermare che il Corpo di polizia penitenziaria e il carcere pontino sono comunque un'istituzione sana, tanto che l’arresto dei due poliziotti penitenziari è un risultato di un'attività investigativa a cui hanno partecipato gli stessi poliziotti penitenziari della città pontina. Nel carcere di Latina - conclude De Pasquale - ci sono circa 200 professionisti, tra personale civile e di polizia, che operano con sacrificio, spirito di servizio e senso del dovere ed i poliziotti penitenziari sono sempre in prima linea per eliminare eventuali mele marce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

Torna su
LatinaToday è in caricamento