Cronaca Formia

Droga nel sud pontino: fermato 30enne romano già ai domiciliari

Continuava a spacciare malgrado fosse sottoposto a misura cautelare: la Gdf di Formia gli sequestra 500 grammi di cocaina. In azione anche i carabinieri, un arresto e due denunce

Gli arresti domiciliari non lo hanno per nulla scoraggiato dal continuare la sua attività di spaccio. E così, un pregiudicato romano di 30 anni originario di Tor Bella Monaca (Roma), è tornato in galera. Gli uomini della Guardia di Finanza di Formia lo hanno arrestato ieri mattina al termine di un’operazione investigativa che ne ha accertato le mosse e ha ricostruito il traffico di droga tra l’hinterland romano e il sud pontino.

Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno potuto constatare come il giovane, sul quale pesano precedenti sempre legati alla droga, approfittasse delle ore di permesso per proseguire nella sua attività di spaccio. Nella sua abitazione sono stati rinvenuti 500 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e 700 grammi di sostanza da taglio. L'uomo è stato arrestato e condotto presso il carcere di Regina Coeli.

Anche i carabinieri hanno messo a segno nella giornata di ieri alcune operazioni di contrasto allo spaccio di droga. Un pregiudicato di Aprilia di 29 anni – R. P. le sue iniziali – è finito in manette a Campoverde dopo che nel suo appartamento sono stati trovati 22 grammi di cocaina (divisa in 27 dosi) e 5 di marijuana, oltre a materiale utile al taglio della sostanza stupefacente. Posti sotto sequestro anche 1300 euro, che si ritengono essere provenienti dall’attività di spaccio. Assieme a lui è stato denunciato a piede libero un complice.

A Norma, infine, un pregiudicato di nazionalità marocchina è stato denunciato dai carabinieri: è stato trovato in possesso di 84 grammi di hashish, 5 di cocaina e di un bilancino di precisione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga nel sud pontino: fermato 30enne romano già ai domiciliari

LatinaToday è in caricamento