Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Arsenico nell'acqua, valori tornati nei limiti: anche Aprilia revoca l'ordinanza di divieto

Le analisi della Asl hanno accertato una concentrazione molecolare di arsenico inferiore ai limiti di legge dopo l'installazione di un impianto temporaneo di trattamento. L'acqua torna potabile

Torna potabile l'acqua anche ad Aprilia. Questa mattina il sindaco Antonio Terra ha revocato l'ordinanza di divieto di approvvigionamento idrico per uso alimentare emessa in seguito all'incendio del 12 agosto scorso divampato a Carano che aveva danneggiato l'impianto di dearsenizzazione di Acqualatina. 

Il sindaco comunica che la concentrazione molecolare di arsenico è tornata nella norma, sulla scorta dei referti delle analisi pervenuti da parte della Asl, che hanno certificato l'abbassamento della concentrazione di arsenico al di sotto dei limiti di legge. 

Le analisi dell'azienda sanitaria locale erano attese dopo l'installazione, presso la centrale idrica di Carano Giannottola, di un impianto temporaneo per il trattamento dell'acqua proveniente dall'acquedotto comunale.

La stessa ordinanza di divieto dell'uso potabile dell'acqua era stata emessa dal Comune di Latina relativamente alle zone  di Borgo Montello, Borgo Bainsizza, Borgo Santa Maria, Borgo Sabotino, Foce Verde e Le Ferriere, servite dalla stessa centrale. Ieri l'ordinanza è stata revocata anche dal sindaco del capoluogo pontino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arsenico nell'acqua, valori tornati nei limiti: anche Aprilia revoca l'ordinanza di divieto

LatinaToday è in caricamento