menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il commissario Ater Marco Fioravante

Il commissario Ater Marco Fioravante

La proposta Ater: necessario un tavolo delle necessità per i nuovi bisogni sociali

L'intervento di Marco Fioravante al convegno sulle criticità sociali organizzato dalla Asl

Avviare un tavolo delle necessità per dare risposte ai nuovi bisogni sociali in materia di casa. La proposta arriva dal commissario dell’Ater di Latina Marco Fioravante che l’ha avanzata questa mattina durante il convegno di formazione sulle criticità sociali ‘Abitare e riabilitare’ organizzato dalla Asl.

"Il nostro compito - ha sottolineato il commissario nel suo intervento - è innanzi tutto garantire la legalità che è l’unica vera forma di tutela degli ultimi. Oggi, grazie all’intesa che abbiamo definito con la Questura abbiamo ridotto a zero il fenomeno e questa intesa sarà implementata e sviluppata ulteriormente. E’ questa la risposta  che dobbiamo dare agli utenti, far sapere che il vicino di pianerottolo ha la casa con diritto e non per prepotenza.  E’ questo il nostro dovere al quale dobbiamo assolvere utilizzando il grande bagaglio di esperienza nella gestione delle crisi insieme agli altri enti pubblici che fanno da prima linea per dare risposte ai bisogni e con i quali dobbiamo costruire un sistema per dare nuove risposte a nuovi bisogni, dentro un quadro di risorse aggiuntive". Fioravante ha inoltre sottolineato come, nell’ambito della gestione del patrimonio immobiliare, l’Ater  si muove tenendo conto dei bisogni, dell'ottimizzazione delle risorse e delle definizioni degli ambiti che la legge stabilisce. “Non è mai un lavoro facile e scontato, e ci rendiamo conto che bisogna fare anche di più – ha concluso - non tralasciando mai quelli che una volta si dicevano i compiti di istituto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, giù i contagi: sono 50 in provincia ma con tre decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento