Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Attacco hacker al sito della Regione Lazio: sospese anche le prenotazioni dei vaccini

L’annuncio da parte dell’Unità di Crisi. “È in corso un potente attacco hacker al ced regionale. I sistemi sono tutti disattivati compresi tutti quelli del portale Salute Lazio e della rete vaccinale"

Un attacco hacker ha mandato in tilt il sito della Regione Lazio dalla mattinata di oggi, domenica 1 agosto; risulta disattivato anche il portale per le vaccinazioni contro il coronavirus. A fare la comunicazione attraverso una nota l’Unità di Crisi Covid-19 della stessa Regione Lazio.

“È in corso un potente attacco hacker al ced regionale. I sistemi sono tutti disattivati compresi tutti quelli del portale Salute Lazio e della rete vaccinale” viene spiegato nella nota.

“Sono in corso tutte le operazioni di difesa e di verifica per evitare il potrarsi dei disservizi - viene aggiunto ancora -. Le operazioni relative alla vaccinazioni potranno subire dei rallentamenti. Ci scusiamo per il disagio indipendente dalla nostra volontà”. 

L'attacco hacker al sito della Regione Lazio

L'attacco hacker che ha colpito il Ced regionale, a quanto apprende l'Adnkronos, è stato del tipo "ransomware cryptolocker", ossia un malware che solitamente si usa per estorcere denaro. In questo caso però, secondo quanto emerso finora, i dati sensibili non sono stati intaccati dal malware. 

Attacco hacker al sito della Regione Lazio: aperta un'inchiesta - I particolari su RomaToday

D’Amato: “Attacco nel giorno in cui arriviamo al 70% della popolazione vaccinata”

Sul caso è intervenuto questa mattina anche l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. A causa dell’attacco hacker, infatti, ci sono ripercussioni anche sulle prenotazioni dei vaccini. “Da stanotte, subito dopo le 24, il ced regionale è sotto un potente attacco hacker. Per motivi di sicurezza i sistemi sono stati disattivati, e al momento  sono sospese le prenotazioni per i vaccini Le operazioni di somministrazione, che stanno regolarmente procedendo, potrebbero subire dei rallentamenti, poiché dovranno essere gestito manualmente l’inserimento dei dati. Tutto questo avviene proprio nel giorno in cui il Lazio ha superato il traguardo del 70% della popolazione over 18 vaccinata con doppia dose. Confido nel lavoro dei tecnici di LazioCrea che stanno conducendo ininterrottamente assieme alle autorità di sicurezza e controllo ed auspico che questo vile attacco possa essere respinto nel più breve tempo possibile”.

Zingaretti: “Un fatto gravissimo”

“Da stanotte è in corso un pesantissimo attacco hacker contro sistemi informatici LazioCrea che gestiscono prenotazioni vaccini. Un fatto gravissimo, blocca un servizio fondamentale. Ci scusiamo con i cittadini per gli inevitabili disservizi. Abbiamo segnalato alle autorità l’attacco e ringrazio tutti i dipendenti che da questa notte sono al lavoro per difendere la centrale e  per tornare alla normalità” ha commentato questa mattina sul suo profilo Facebook il presente della Regione Zingaretti che plaude comunque all’importante obiettivo raggiunto proprio oggi con la campagna vaccinale. “Oggi nonostante l’attacco hacker abbiamo raggiunto il 70% della popolazione adulta nel Lazio vaccinata. Un immenso grazie a una straordinaria comunità della nostra regione che ha lavorato unita per questo obiettivo. Grazie ai cittadini del Lazio per la collaborazione che hanno dimostrato dall’inizio della pandemia. Con orgoglio e determinazione non fermiamoci”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacco hacker al sito della Regione Lazio: sospese anche le prenotazioni dei vaccini

LatinaToday è in caricamento