rotate-mobile
Cronaca Borgo Sabotino

Nuovo attacco a Libera, solidarietà da parte di Di Giorgi e Calandrini

Il sindaco e il presidente del consiglio comunale condannano fermamente il raid vandalico di cui è stato ancora vittima il campo dell'associazione di Don Luigi Ciotti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, e il presidente del consiglio comunale, Nicola Calandrini, esprimono ferma condanna per il nuovo atto vandalico di cui è stato fatto oggetto il sito di Borgo Sabotino, nell’ex villaggio turistico abusivo confiscato e assegnato in gestione dal Comune stesso a “Libera”. Coma da denuncia presentata dai dirigenti dell’associazione, ignoti si sono introdotti nel sito ed hanno smontato e portato via due pompe idrauliche di sollevamento e distribuzione dell’acqua, che erano state fatte installare dal Comune di Latina per sostenere l’attività di “Libera”.

“A nome personale e dell’intera città, esprimo la solidarietà e vicinanza all’associazione “Libera”, al suo presidente nazionale, Don Luigi Ciotti e al suo rappresentante regionale, il dottor Antonio Turri, per l’ennesimo atto di vandalismo che ha colpito il sito gestito da “Libera”. Sia chiaro che questi atti di viltà, da qualunque parte provengano, non fiaccheranno il nostro impegno a favore della legalità e insieme con gli amici di “Libera. Rinnoviamo la disponibilità dell’amministrazione comunale a fornire un supporto concreto per la sistemazione della struttura e la riparazione dei danni, con la ditta incaricata dal Comune che ha già effettuato il sopralluogo e si appresta ad eseguire i lavori. La nostra presenza nei giorni scorsi nel sito di Borgo Sabotino nonché alla fiaccolata per la legalità, testimonia come l’amministrazione sia fermamente intenzionata a combattere ogni forma di violenza e criminalità che possa minare la nostra comunità e recare danni ad una ordinata crescita civile”.

Il Presidente consiglio comunale di Latina, Nicola Calandrini, ha espresso solidarietà a “Libera”: “Noi rappresentanti delle istituzioni di questa città siamo chiamati ad alzare l’attenzione, siamo chiamati a diventati attori di prima linea in questa lotta – afferma Calandrini - A nome dell’intero consiglio comunale di Latina ribadisco che “Libera” non sarà lasciata sola così come le altre associazioni e semplici cittadini che vogliano impegnarsi nella battaglia per la legalità. Le istituzioni, il Comune sono al loro fianco come evidenziato anche dalla mozione di solidarietà approvata all’unanimità dal Consiglio comunale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo attacco a Libera, solidarietà da parte di Di Giorgi e Calandrini

LatinaToday è in caricamento