menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sonnino in lutto per la morte del carabiniere Vittorio Iacovacci. Bandiere a mezz’asta

Il paese piange la scomparsa del militare rimasto ucciso nell’attentato in Congo. Il sindaco De Angelis: “La nostra rinnovata vicinanza alla famiglia di Vittorio, eroe sonninese"

E’ una comunità in lutto quella di Sonnino per la morte del carabiniere Vittorio Iacovacci che ha perso la vita ieri in un attentato ad un convoglio dell’Onu nella Repubblica Democratica del Congo insieme all’ambasciatore italiano Luca Attanasio e all’autista congolese Mustapha Milambo.

Il giovane militare avrebbe compiuto 31 anni a marzo e a breve era previsto il suo ritorno in paese; effettivo al battaglione Gorizia dal 2016, da settembre era in servizio all'Ambasciata italiana in Congo.

Ed anche a Sonnino, paese che ha dato i natali al carabiniere Vittorio Iacovacci, come nel resto dei comuni italiani e non solo, oggi sono state esposte le bandiere a mezz’asta. “Ci uniamo alle parole del presidente dell’Anci Antonio Decaro - ha detto il primo cittadino di Sonnino Luciano De Angelis -: ‘Manifestiamo insieme, come un’unica comunità, la nostra partecipazione alle famiglie che hanno perso i loro cari e la nostra appartenenza al Paese del quale Attanasio e Iacovacci erano fedeli servitori’. La nostra rinnovata vicinanza alla famiglia di Vittorio, eroe sonninese”.

Già nella giornata di ieri il sindaco di Sonnino aveva annunciato che sarà proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali di Vincenzo Iacovacci. “Voglio condannare con fermezza questa azione violenta e vigliacca, si tratta di una enorme tragedia a cui non possiamo restare indifferenti. Vittorio appena trentenne ha pagato con la vita il suo spirito di sacrificio e l’abnegazione per la divisa che indossava” ha detto De Angelis. 

Bandiere a mezz’asta anche sulla facciata del palazzo municipale di Latina e della palazzo della Provincia per onorare la memoria dell'ambasciatore Luca Attanasio, del carabiniere Vittorio Iacovacci e del loro autista. "La città di Latina si stringe attorno al dolore dei loro familiari" dichiarano dal Comune del capoluogo.

comune_latina_bandiere_iacovacci_attanasio-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento