Attentato di Nassiriya, i carabinieri di Latina commemorano le 28 vittime

La cerimonia questa mattina di fronte alla Caserma “Vittoriano Cimmarrusti”, nello slargo intitolato proprio ai “Caduti di Nassiriya” alla presenza, tra gli altri, del prefetto Faloni e del comandante provinciale, il colonnello Calvi

Era il 12 novembre 2013 quando nell’attentato di Nassiriya persero la vita 28 persone, 2 Carabinieri, 5 militari dell’Esercito e 2 civili, nonché 9 iracheni.

Oggi, a distanza di 12 anni e come ogni anno, i carabinieri del comando provinciale di Latina hanno commemorato le 28 vittime con una breve ma sentita cerimonia che si è tenuta di fronte alla Caserma “Vittoriano Cimmarrusti”, nello slargo intitolato proprio ai “Caduti di Nassiriya”.

Alle celebrazioni hanno partecipato il prefetto Pierluigi Faloni, il comandante provinciale dei carabinieri il colonnello Eduardo Calvi, il colonnello Luca Monaco, Comandante del 17° Reggimento Sforzesca di Sabaudia, una nutrita presenza di carabinieri in servizio ed in congedo e il Parroco della locale Cattedrale San Marco, Don Andrea Marinelli.

La funzione ha toccato il suo momento di maggiore commozione, all’atto della deposizione di una corona d’alloro, alla base del monumento a ricordo della triste ricorrenza.

attentato_nassiriya_cerimonia_1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

Torna su
LatinaToday è in caricamento