menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atti osceni in pubblico, straniero inseguito e picchiato da un gruppo di ragazzi

Il giovane algerino aveva mostrato le parti intime ai passanti e qualcuno ha reagito. E' stato inseguito e si è poi rifugiato in Questura

Un cittadino algerino è stato aggredito e picchiato ieri sera, poco dopo le 22, in pieno centro della città. E’ stato inseguito dai giardinetti fino alla Questura, dove si è poi rifugiato. Secondo la ricostruzione, insieme a un connazionale nordafricano che è poi riuscito a fuggire, si trovava al Parco Falcone e Borsellino e aveva cominciato a infastidire un gruppo di ragazzi, denudandosi e mostrando le parti intime ai passanti.

A quel punto il gruppo ha reagito picchiandolo e inseguendolo lungo Corso della Repubblica, dove poi è stato sottratto agli inseguitori dagli agenti di polizia. Gli accertamenti successivi effettuati dalla squadra Volante hanno consentito di ricostruire lo svolgimento dei fatti anche grazie alle testimonianze di decine di giovani che erano presenti al parco.

L’algerino aveva a carico diversi precedenti penali per furto ed era sottopoto alla misura cautelare dell’obbligo di firma. La sua posizione è attualmente al vaglio dell’ufficio immigrazione della Questura, che sta valutando se ci siano gli estremi per il suo inserimento in un centro di identificazione e per la successiva espulsione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, giù i contagi: sono 50 in provincia ma con tre decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento