Si denuda davanti a una donna, maniaco messo in fuga e denunciato per atti osceni

E' accaduto a Fondi. La vittima lo ha allontanato brandendo un ombrello e poi si è recata al commissariato di polizia per denunciare tutto. Identificato il responsabile: si tratta di un 20enne incensurato

E’ stato denunciato per atti osceni e rischia una sanzione amministrativa dai 5mila ai 30mila euro un 20enne incensurato di Fondi, identificato dalla polizia del commissariato locale. Tutto era nato sabato pomeriggio, in località “Greci”, quando una donna si era recata alla polizia per segnalare la presenza di un giovane maniaco che dopo averla seguita a bordo di un vecchio fuoristrada bianco, si era accostato accanto a lei e aveva cominciato a masturbarsi. La donna però, dopo averlo messo in fuga brandendo un ombrello, è riuscita a prendere parzialmente il numero di targa del veicolo e si è recata subito in commissariato a denunciare tutto.

Il personale della Squadra Volante si è subito messo alla ricerca del molestatore, mentre contestualmente l’addetto alla sala operativa consultava le banche dati per ricostruire il numero di targa della vettura segnalata. Dalla targa parziale si è arrivati ai dati del proprietario dell’auto, rinvenendolo nell’immediatezza parcheggiato proprio sotto l’abitazione. Le descrizioni del maniaco, però, non coincidevano con l’intestatario del mezzo, per l’evidente differenza anagrafica. Il maniaco è stato poi identificato nel figlio del proprietario del veicolo. In base alla depenalizzazione e non essendoci stata violenza né contatto fisico, non si è potuto procedere all’arresto, ma al responsabile degli atti osceni potrà essere inflitta una sanzione amministrativa molto salata, in base alle valutazioni del giudice.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Analoghe segnalazioni erano già state fatte in passato, ma mai da parte delle donne direttamente interessate, frenate, come spesso accade, dall’estremo senso del pudore. Questa volta, invece, la vittima, ha ritenuto fosse suo dovere segnalare l’episodio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento