Cronaca

Week end di Ferragosto, multate 10 barche. Soccorsi in mare della guardia costiera

Fine settimana di grande lavoro per la guardia costiera lungo tutto il litorale pontino. Raffiche di multe per violazioni al codice della navigazione; soccorsi due natanti in difficoltà e un uomo caduto da una scogliera a Ponza

Tredici i mezzi navali - tra motovedette e gommoni - impiegati in mare, con oltre 60 uomini e donne provenienti dai diversi Comandi del compartimento marittimo: questi i numeri della guardia costiera che nel corso del fine settimana di Ferragosto ha visto notevole dispiegamento di mezzi e uomini lungo tutti i 200 km di litorale di giurisdizione, che si estende da Scauri a Sabaudia, comprendendo le isole pontine per garantire la massima sicurezza in quelle che sono le giornate “più calde” dell’estate.

Nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro” condotta sotto il coordinamento della Direzione Marittima del Lazio, mezzi e uomini hanno pattugliato le coste e le acque di giurisdizione, al fine di garantire appunto la corretta e sicura fruizione del litorale, contrastando comportamenti illeciti e pericolosi.

Il dispositivo navale è stato rinforzato dalla presenza, nelle isole pontine, della Motovedetta d’altura “Classe 200” - CP 284, lì temporaneamente dislocata, in occasione del lungo week-end di ferragosto, dal Reparto Operativo della Direzione Marittima del Lazio.

I CONTROLLI IN MARE - Durante i controlli in mare sono stati accertati 10 casi di unità da diporto che, in violazione delle vigenti Ordinanze di sicurezza balneare, navigavano pericolosamente all’interno delle fasce costiere destinate in via esclusiva alla balneazione lungo il litorale dei comuni di Gaeta e Fondi. I militari della Guardia Costiera, dopo aver fatto allontanare dalle aree interdette le unità, hanno elevato sanzioni nei confronti dei conduttori dei mezzi per un totale di oltre 5mila euro.

GIORNATE DI SOCCORSI - Grande impegno per i militari della guardia costiera anche sul fronte delle operazioni di soccorso in mare viste le avverse condizioni meteo-marine che, insieme ad avarie ai motori, hanno reso necessario anche l’intervento delle Motovedette specializzate SAR (Search And Rescue). Due i natanti da diporto soccorsi: il primo, venerdì pomeriggio nei pressi della “Grotta del Turco” a Gaeta, per la rottura di un impianto di bordo, che imbarcava acqua; il secondo, invece, alcune ore più tardi tra San Felice Circeo e Ponza, a seguito di un danno al motore non riusciva a tornare verso la costa. In entrambi i casi le unità, una volta soccorse, sono state assistite dalla Guardia Costiera fino al loro rientro, in sicurezza, nel più vicino porto.

PAURA A PONZA - L’intervento più delicato quello di ieri mattina a Ponza dove la guardia costiera è intervenuta in soccorso di un uomo che, cadendo da una scogliera in località “Cala dell’Acqua”, era rimasto bloccato lungo la parete rocciosa. Per trarre in salvo il malcapitato si è reso necessario anche l’intervento di un elicottero dei Vigili del Fuoco.

LE RACCOMANDAZIONI - “La Guardia Costiera si legge in una nota - raccomanda di verificare sempre, prima dell’uscita in mare, le condizioni meteo-marine previste ed assicurarsi della corretta efficienza della propria unità. Si ricorda che per le emergenze in mare è sempre attivo, 24 ore su 24, il “numero blu” gratuito della Guardia Costiera 1530”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Week end di Ferragosto, multate 10 barche. Soccorsi in mare della guardia costiera

LatinaToday è in caricamento