Cronaca Borgo Sabotino / Strada Alta

Nuovo attacco a Libera, rubate le pompe dell’impianto idrico

Oggi era in programma la proiezione del documentario "Quinta Mafia" sulle mafie nel Lazio e nella notte l'ennesimo atto di danneggiamento contro l'associazione di Don Ciotti

Non sembra davvero trovare pace il Villaggio della Legalità di Borgo Sabotino. Dopo il raid vandalico che ha distrutto la tensostruttura lo scorso 22 ottobre il campo è stato di nuovo vittima di un atto di danneggiamento.

La scorsa notte nei locali tecnici sono state rubate le pompe dell'impianto idrico; le stesse che erano state sabotate con la soda caustica l’estate scorsa con il rischio di avvelenare decine e decine di ragazzi presenti per uno dei tanti campeggi estivi organizzati dall’associazione.

“I ladri sapevano cosa fare: servono almeno tre persone ed un mezzo pesante per rubare i macchinari. Tutto è stato compiuto ad arte” ha dichiarato Antonio Turri referente di Libera Lazio.

Proprio oggi era in programma la proiezione del documentari “Quinta Mafia” che racconta la presente delle organizzazione malavitose nel Lazio e delle ecomafie a Borgo Montello. Una pura coincidenza? Crediamo proprio di no; l’ennesimo atto di danneggiamento è un messaggio chiaro che viene lanciato non solo all’associazione ma alle istituzioni e a tutti i cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo attacco a Libera, rubate le pompe dell’impianto idrico

LatinaToday è in caricamento