rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Nascosti in un’auto rubata, due ladri bloccati dalla polizia dopo un inseguimento

I due sono stati notati da un agente libero dal servizio che ha allertato i colleghi; i due ragazzi di 23 e 21 anni erano probabilmente appostati per mettere a segno un furto. Nell’auto rinvenuti anche arnesi da scasso

Erano probabilmente appostati, nascosti all’interno di un’auto rubata, pronti a mettere a segno un furto i due giovani che nella mattinata di ieri sono stati arrestati dalla polizia al termine di un rocambolesco inseguimento. 

In manette sono finiti due giovani di origini romene di 23 e 21 anni. 

I fatti intorno alle 9 di ieri mattina quando un un agente libero dal servizio ha notato i due ragazzi all’interno di una vettura e ha allertato i colleghi; appena visti gli uomini della Squadra Volante arrivare, i due giovani hanno abbandonato il mezzo per scappare per i campi, scavalcando anche diverse recinzioni di proprietà private, fino ad arrampicarsi sul tetto di un capannone adibito a falegnameria, costringendo i poliziotti a sostenere un lungo inseguimento a piedi, insieme ai colleghi della Squadra Mobile.  

Poco dopo i malviventi sono stati bloccati ma entrambi hanno una ferma resistenza ai poliziotti, tanto che due di loro hanno dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari dell’ospedale Goretti, dove i medici del pronto soccorso gli hanno diagnosticato una prognosi di giorni 7  a causa delle diverse escoriazioni e contusioni riportate durante la colluttazione.

L’auto sulla quale si erano nascosti i due è risultata rubata il 9 maggio dal giardino di una villa, dopo che gli autori del furto avevano già svaligiato l’abitazione; all’interno sono stati rinvenuti, e sottoposti a sequestro, diversi arnesi atti allo scasso, tra cui un piede di porco, una chiave inglese, una grossa forbice, nonché una pila elettrica. 

Probabilmente, secondo la polizia, i malfattori si erano appostati per compiere un furto all’interno di un’abitazione, in attesa che i proprietari lasciassero l’abitazione. 

Dopo le formalità di rito sono stati tratti in arresto per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale e denunciati per il reato di ricettazione dell’autovettura e possesso di arnesi atti allo scasso; trattenuti presso le camere di sicurezza oggi saranno giudicati con il rito direttissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascosti in un’auto rubata, due ladri bloccati dalla polizia dopo un inseguimento

LatinaToday è in caricamento