Avvocati al voto, la corsa da outsider di Giuseppe Pannone

Il professionista in corsa per un posto nel Consiglio dell’Ordine. “Il sistema giustizia è in sofferenza, bisogna lavorare con le istituzioni”

Corre da solo l’outsider Giuseppe Pannone in questa tornata elettorale per rinnovare il Consiglio dell’Ordine degli avvocati della provincia di Latina.

Ed è lui stesso a spiegare le ragioni di questa scelta. “E’ un appuntamento importante e credo sia doveroso per ciascun avvocato parteciparvi, perché l’efficienza e la civiltà di una comunità si misurano anche nella capacità di dare risposte alle domande di giustizia che vengono da cittadini, imprese e lavoratori: in questo contesto il Consiglio dell’Ordine può giocare un ruolo importante anche assumendo come centrale una strategia di dialogo. E personalmente ritengo di poter dare il mio apporto all’interno dell’organismo forense”.

Pannone sottolinea come “la situazione difficile in cui si trova il sistema giustizia pontino è sotto gli occhi di tutti e, purtroppo, dura da anni. Non si tratta solo della carenza di magistrati – spiega - alla quale si sta cercando di far fronte con alcuni confortanti risultati, ma di rafforzare l’intera macchina con l’assunzione di nuovo personale di cancelleria e con rinnovate e moderne dotazioni sia tradizionali che tecnologiche, perché senza risorse personali, strutture adeguate e strumenti operativi efficienti è difficile tenere il passo con un contenzioso pregresso di migliaia di fascicoli ed un sempre crescente aumento dei procedimenti giudiziari”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A soffrire per il sovraccarico di lavoro non sono soltanto le sezioni civile e penale, ma anche quelle del lavoro, delle esecuzioni e dei fallimenti, cui si aggiunge il carico sugli Uffici dei Giudici di Pace, con inevitabili ricadute sia per le persone che per le imprese. “A tale mole di lavoro – conclude Pannone - bisogna far fronte con l’apporto di tutti gli operatori del mondo della giustizia. Diventa quindi importante non solo tutelare la dignità degli avvocati ed il ruolo loro affidato, ma dialogare e collaborare con le Istituzioni territoriali e tutti gli altri soggetti interessati, fino ad arrivare ai cittadini, alle associazioni ed alle imprese”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento