rotate-mobile
Cronaca Ponza

Baby squillo, dai Parioli a Ponza: festino anche sull’isola pontina

L'inchiesta partita da Roma sulle giovani prostitute raggiunge anche la maggiore delle isole pontine dove le ragazzine avrebbero seguito clienti per una festa su uno yacht a base di sesso e droga

Arriverebbe anche sull’isola di Ponza l’inchiesta partita da Roma sulle baby prostitute.

Secondo quanto emerso nelle ultime ore le due piccole lolite avrebbero seguito i loro clienti e trascorso delle vacanze sull’isola pontina dove a bordo di yacht da sogno sarebbe stato organizzato un festino a base di sesso e droga.

Non solo sulle state barche sarebbero anche state scattate delle foto a luci rosse delle ragazzine.

Lo scandalo delle baby prostitute è scoppiato nella Capitale nei giorni scorsi quando i carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di cinque persone che per mesi hanno fatto prostituire in un appartamento ai Parioli due ragazzine di 14 e 15 anni.

Tra le persone finite in manette anche una delle mamme delle due baby squillo, non solo a conoscenza di tutto, ma che sarebbe stata lei stessa uno dei cinque aguzzini. Le indagini sono state avviate dopo la segnalazione della mamma dell’altra ragazzina esasperata per il comportamento della figlia.

TUTTO SUGLI ARRESTI

Una vicenda che ha aperto uno scorcio agghiacciante sulla Roma bene e che mette in luce un quadro da brividi sulla vita condotta dalle due baby prostitute disposte a vendersi per una vita di lusso, per comprarsi la droga, abiti eleganti e griffati ed oggetti costosissimi.

IL RACCONTO DELLE BABY SQUILLO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby squillo, dai Parioli a Ponza: festino anche sull’isola pontina

LatinaToday è in caricamento