rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Roma-Latina, dubbi sul bando. Zaratti: "Modifiche non approvate"

La polemica del consigliere regionale Sel: "Oltre a quello ambientale e paesaggistico c'è il rischio di un danno erariale pubblico ed economico". Esposto al Commissario europeo

Con grande soddisfazione delle istituzioni e delle autorità locali, qualche giorno fa era stato annunciato il via al bando per la realizzazione dell’autostrada Roma-Latina.

Ma non tutto è così chiaro come sembra. A mettere in luce i lati oscuri di una vicenda che aveva fatto parlare di un’opera storica, ci pensa Filiberto Zaratti, consigliere di Sinistra Ecologia e Libertà alla Regione Lazio.

“La Giunta Polverini, per voce dell’assessore ai Lavori Pubblici Malcotti, continua a sbandierare la pubblicazione di un bando di gara europea per il progetto esecutivo della Roma Latina in una nuova versione che contiene modifiche di grave impatto ambientale (16 km di allaccio con la A12) che non risultano approvate né dalla competente area regionale della Valutazione di Impatto Ambientale, né dalla Riserva del Litorale Romano, interessata dalla modifica per almeno 10 chilometri. L’opera così come modificata è dunque difforme è non può essere messa a bando. Oltre al gravissimo e inutile danno ambientale e paesaggistico si profila il rischio di un danno erariale pubblico e danno economico ai partecipanti in caso di parere negativo alla modifica e vorremmo davvero sapere chi sarà costretto a pagare i danni di questa grave approssimazione amministrativa”.

È sul piede di guerra Zaratti che ha dichiarato la volontà di inviare un esposto al Commissario all’Ambiente della Commissione Europea, Janez Poto?nik, affinché richiami la Regione al rispetto delle norme, di richiedere l’accesso agli atti del progetto e di presentare, infine, una interrogazione regionale in merito, fino ad arrivare alla strada del ricorso, qualora ci sia l’effettiva pubblicazione.

In ultima battuta una dichiarazione sul comportamento assunto dalla maggioranza regionale nella gestione della questione. “La  Giunta Polverini   – conclude Zaratti – dimostra, ancora una volta, grave approssimazione amministrativa e scarsa conoscenza, o disinteresse, del diritto regionale, statale e comunitario in materia ambientale. Stavolta però rischia di creare un danno non soltanto all’ambiente ma anche all’economia pubblica e a quella dei privati che si apprestano a partecipare ad un bando di gara per un progetto non ancora interamente approvato”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma-Latina, dubbi sul bando. Zaratti: "Modifiche non approvate"

LatinaToday è in caricamento