Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Stagione teatrale ad un privato, furioso il Pd: “Intervenga il sindaco”

Bando per l'affidamento della gestione e scoppia la bufera. Il Pd chiede la convocazione urgente della Commissione e al sindaco di riferire le linee programmatiche sulle politiche culturali

Bando pubblico per l’affidamento della stagione teatrale ad un privato affisso all’albo pretorio il giorno prima di Ferragosto e in Comune a Latina scoppia la bufera.

Sono furiosi i consiglieri comunali del Pd, nonché membri della Commissione Cultura, Alessandro Cozzolino, Omar Sarubbo e Nicoletta Zuliani, per la decisione presa dall’amministrazione, e chiedono la convocazione urgente di una commissione per discutere i temi della cultura.

Non è la prima volta che gli esponenti del Partito Democratico puntano il dito contro il Comune per la gestione di un settore che definiscono disastrosa – l’ultima in ordine di tempo a parlare era stata proprio qualche giorno fa la stessa Nicoletta Zuliani -.

“Il capitolo in bilancio è stato finanziato solo in questi giorni, perché in sede di approvazione del bilancio previsionale era stato completamente svuotato di risorse” fanno sapere con una nota -.

“Chiediamo di discutere urgentemente in commissione con il sindaco, che detiene la delega alla cultura – dicono dal Pd –: vogliamo innanzitutto capire perché il Comune non prende provvedimenti sul teatro comunale che cade a pezzi. È transennato da mesi ma dall’amministrazione non si muove nessuno per ripristinare una situazione di legalità e di sicurezza. È una triste ma efficace fotografia di come questa maggioranza abbia a cuore la cultura in città”.

Il Pd chiederà anche al sindaco di riferire in commissione idee, progetti e intenzioni sul teatro e sulle politiche culturali più in generale.

“Ci sono pochi giorni utili per rispondere al bando – sottolineano i consiglieri del Pd – e la data scelta per la pubblicazione è sintomatica di come sulle questioni della cultura l’amministrazione sia latitante e il  sindaco  assente. Questa estemporaneità e questa improvvisazione, per cui si sono saltati anche passaggi importanti come la discussione in commissione, sono inaccettabili per la seconda città del Lazio”.

“In occasione – chiosano - della commissione il Pd presenterà la propria proposta per cercare di contrastate l’incuria e l’abbandono in cui la maggioranza ha lasciato che stagnassero le politiche culturali della città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stagione teatrale ad un privato, furioso il Pd: “Intervenga il sindaco”

LatinaToday è in caricamento