Bimbo morto nella metro di Roma, la disperazione della mamma originaria di Latina

La tragedia nel pomeriggio di ieri alla stazione Furio Camillo dove un bimbo di 4 anni è deceduto dopo essere precipitato nella tromba dell'ascensore. La disperazione di una famiglia distrutta dal dolore

(fonte foto Romatoday.it)

Dolore, sconcerto, disperazione: queste le sensazioni con cui questa mattina si è risvegliata Roma, a poche ore dalla tragedia avvenuta nel pomeriggio di ieri nella nella stazione della metropolitana di Furio Camillo. Marco, un bimbo di soli 4 anni è morto dopo essere precipitato nella tromba dell’ascensore facendo un volo di oltre 10 metri.

E sono le stesse sensazioni che si vivono anche nella provincia Latina, città di origine di Francesca, la mamma di 40 anni del piccolo. Una donna distrutta dal dolore, che sotto choc, poco dopo quanto drammaticamente accaduto davanti ai suoi occhi, è riuscita a pronunciare solo poche parole “Me lo sono visto scivolare dalle mani. Perchè proprio a me?”. Parole che racchiudono la disperazione di una donna costretta a vivere una tragedia troppo grande.

I FATTI - Il dramma nel pomeriggio di ieri presso la stazione della metropolitana di Furio Camillo. Mamma e figlio stavano scendendo con l’ascensore quando questo si sarebbe bloccato. A quel punto sarebbe intervenuto un tecnico della stazione con un secondo ascensore; aperte le porte di entrambi gli elevatori con il piccolo Marco che nel momento del trasbordo è finito nello spazio tra un ascensore e l’altro precipitando nel vuoto.

TRAGEDIA NELLA METRO - COSA E’ SUCCESSO

UNA FAMIGLIA DISTRUTTA - La mamma del bambino è rimasta per lunghe ed interminabili ore all’interno di un gabbiotto nella stazione di Furio Camillo; ore lunghissime che sono esplose nella più grande disperazione quando ha visto i soccorritori portare via il corpicino del piccolo Marco. Vicino a lei alcuni psicologi del Comune di Roma fino all’arrivo del compagno Giovanni, visibilmente sotto choc, con cui più tardi ha lasciato il marito. 

LE INDAGINI - Tre persone sono state iscritte nel registro degli indagati per la morte del piccolo Marco (clicca qui per saperne di più)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento