Cronaca Terracina

Blitz dei forestali a Priverno e Terracina: scattano sequestri e due denunce

L'esito degli accertamenti dei carabinieri forestali. A Priverno trovata un'area con 3mila cubi di rifiuti speciali

Due operazioni di polizia giudiziaria sono state concluse dai carabinieri forestali nella giornata di ieri, 24 agosto. In particolare a Priverno, i militari della stazione forestal locale hanno accertato la realizzazione di un piazzale di 2mila metri quadrati, privo di qualsiasi autorizzazione, realizzato con l'accumulo di 3mila metri cubi di rifiuti speciali di diversa tipologia, provenienti da scarti e demolizioni edili misti a materiale plastico, ferroso e bituminoso derivante dalla demolizione del manto stradale. L'area scoperta dai militari è stata sottoposta a sequestro e il proprietario è stato denunciato a piede libero per reati urbanistici e per la violazione delle norme relative alla gestione dei rifiuti.

Screenshot_2-6

Una seconda operazione ha interessato invece il comune di Terracina, dove il concessionario di un terreno di proprietà regionale, nei pressi dell'alveo del fiume Portatore, aveva proceduto, anche in questo caso senza autorizzazione, allo sbancamento e al successivo livellamento di un'area di circa 3.500 metri quadrati, sottoposta a vincolo paesaggistico e idrogeologico. Nel corso delle operazioni erano state abbattute diverse essenze arboree. Per il concessionario del terreno è arrivata una denuncia, mentre l'area è stata sottoposta a sequestro.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz dei forestali a Priverno e Terracina: scattano sequestri e due denunce

LatinaToday è in caricamento