rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Prampolini / Via Villafranca

Pugni e morsi alla compagna incinta, interviene la polizia. Un arresto

E accaduto nella serata di Pasquetta in un appartamento di via Villafranca. I vicini di casa, allarmati dalle urla della donna, hanno chiamato il 113. La donna, all'ottavo mese di gravidanza, è stata soccorsa da un'ambulanza

Ha malmenato la sua convivente, all’ottavo mese di gravidanza, colpendola ripetutamente con pugni e morsi, fino a quando i vicini di casa, allarmati dalle grida di aiuto della donna, hanno avvertito la polizia. E’ accaduto tutto nella serata di Pasquetta, in un appartamento di via Villafranca, a Latina.

Una pattuglia della Volante, arrivata sul posto, è riuscita a bloccare l’uomo, un ragazzo nigeriano di 26 anni che, allarmato dalle sirene della polizia, ha cercato di fuggire.

All’interno dell’appartamento, gli agenti hanno trovato la donna in preda a una crisi respiratoria e con numerose ecchimosi sul corpo. Ha raccontato che il marito l’aveva colpita con pugni e morsi e l’aveva afferrata per il collo rischiando di strangolarla, poi le aveva anche sottratto il permesso di soggiorno.

Il 26enne, Chris Nnadirinwa, è stato bloccato e arrestato per rapina aggravata, maltrattamenti in famiglia e lesioni. La donna invece è stata soccorsa e affidata alle cure del pronto soccorso dell’ospedale di Latina per gli accertamenti di rito. Gli agenti, riuscendo a vincere le resistenze della ragazza, hanno scoperto che l’uomo già in passato l’aveva maltrattata facendola finire in ospedale, ma la vittima non aveva mai avuto il coraggio di denunciare per timore di ritorsioni. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugni e morsi alla compagna incinta, interviene la polizia. Un arresto

LatinaToday è in caricamento