Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Cisterna di Latina

Botte al figlioletto e minacce all’ex, nei guai la mamma e il nuovo compagno

La ragazza e il suo attuale compagno di 38 anni hanno più volte minacciato e aggredito l’ex marito della 28enne e papà del piccolo di tre anni, che sarebbe stato anche picchiato e una volta portato in ospedale

Botte ad un bambino di tre anni, minacce e aggressioni al padre del piccolo: di questo si sono resi responsabili una ragazza di 28 anni, ex moglie dell’uomo, e il suo attuale compagno, un uomo di 38 anni, pluripregiudicato. Una triste storia di violenza familiare che arriva da Cisterna e a cui ha messo la fine la polizia.

Tutto ha inizio lo scorso agosto quando il padre del bambino, un giovane di 27 anni di Cisterna, viene sbattuto fuori casa dalla moglie che inizia la sua nuova storia con il 38enne. Da qui inizia l’incubo per il ragazzo che nel frattempo si trasferisce a Latina; in diverse occasioni viene minacciato e una volta anche picchiato quando si reca a Cisterna per vedere il piccolo di 3 anni.
Il nuovo compagno della donna vorrebbe imporre orari e modalità per far incontrare padre e figlio, pena sistematiche minacce di morte, pedinamenti, telefonate minatorie.

Addirittura, in occasione del primo giorno d’asilo, scoppia un violento litigio davanti la scuola di Cisterna dove si ritrovano entrambi i genitori ed il compagno della donna, la quale sferra un pugno all’ex marito ferendolo ad un occhio ed aggredisce l’ex suocero, il tutto alla presenza del bambino e di altre persone lì presenti.

Inoltre, la scorsa settimana, quando ha modo di rivedere il figlio, il 27enne è costretto a recarsi in ospedale a Latina perché il bambino ha grossi lividi sui glutei, che gli sarebbero stati procurati dalle percosse della madre e del suo compagno: i sanitari, nella circostanza, refertano il minore con 10 giorni di prognosi.

Alle denunce sporte fa seguito una scrupolosa attività d’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Tortora, che ha permesso l’emissione di due misure cautelari da parte del gip del Tribunale di Latina Cario: il 38enne è stato ristretto agli arresti domiciliari, mentre per la ragazza attualmente in stato di gravidanza, è stato disposto il divieto di avvicinamento nei confronti dell’ex marito e del figlio, ai quali non potranno parlare neanche telefonicamente o per via telematica e nemmeno avvicinarsi a meno di cento metri. Il piccolo vive ora insieme con il padre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte al figlioletto e minacce all’ex, nei guai la mamma e il nuovo compagno

LatinaToday è in caricamento