Viaggio da Napoli ad Aprilia con 50 chili di fuochi pirotecnici illegali, denunciato

Il giovane di 29 anni residente ad Aprilia fermato a bordo di un camion, insieme ad un 61enne, sull'autostrada in provincia di Frosinone dalla polizia stradale di Cassino: denunciati per trasporto senza licenza di materiale esplodente e per commercio abusivo

E’ stato fermato mentre sull’autostrada si dirigeva verso Aprilia con 50 chili di materiale pirotecnico nascosto nel camion: un giovane di origini romene di 29 anni residente ad Aprilia è stato denunciato, insieme ad un uomo di 61 anni umbro ma che vive a Roma, dalla polizia stradale di Cassino. 

Gli agenti nella serata di sabato erano impegnati in un servizio di pattugliamento autostradale, quando all’altezza della progressiva chilometrica 667 nel comune di Villa S. Lucia hanno deciso di controllare un autocarro Iveco Daily.

Dopo aver intimato l’alt, il mezzo, risultato essere di proprietà del figlio del 61enne, si è fermato nella piazzola di sosta adiacente: a bordo c’erano il 29enne, alla guida, e il passeggero che hanno riferito agli agenti di essere in viaggio provenienti da Napoli verso Aprilia.

Da un sommario controllo del cassone posteriore i poliziotti hanno notato la presenza di numerose scatole caricate alla rinfusa contenenti svariato materiale pirotecnico, e alla richiesta di informazioni circa la provenienza della merce i due soggetti hanno riferito di averla regolarmente acquistata a Napoli mostrando una fattura che però non corrispondeva per tipo e quantità alla merce caricata sull’autocarro.

Accompagnati negli uffici della polizia stradale di Cassino i  due sono stati denunciati in stato di libertà per trasporto senza licenza di materiale esplodente e per commercio abusivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti i prodotti rinvenuti, per un totale di circa 50 kg, sono stati sequestrati ed affidati in custodia ad una ditta specializzata di fuochi d’artificio, evitando in tal modo, spiegano dalla polizia stradale, “pericoli per l’incolumità dei potenziali clienti, all’oscuro dell’illecita provenienza e del mancato rispetto della normativa di settore attinente la loro fabbricazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento