“Botti” illegali per Capodanno, sequestro della polizia a Gaeta. Due denunce

Gli agenti nei pressi di un edicola hanno notato i due che armeggiavano con dei cartoni contenenti un ingente quantitativo di fuochi d’artificio di tipo proibito. Tutto è stato sequestrato mentre loro denunciati

Ancora un sequestro di “botti” di Capodanno illegali nella provincia pontina.

Questa mattina a Gaeta gli agenti della polizia hanno scoperto due uomini di 66 anni trovati in possesso di un ingente quantitativo du fuochi di genere proibito. Per loro è scattata la denuncia.

L’operazione nell’ambito di una serie di controlli che sono stati intensificati a ridosso dell’ultimo dell’anno e al monitoraggio di soggetti dediti all’ utilizzo di fuochi pirotecnici illegali.

Gli agenti durante il consueto pattugliamento nel centro città hanno notato nei pressi di un edicola i due intenti ad armeggiare con dei cartoni riportanti simboli riconducibili a materiale esplodente; dopo essersi avvicinati hanno così accertato che si trattava di fuochi d’artificio di tipo proibito.

Immediatamente è stata messa in sicurezza l’area e dopo aver proceduto al sequestro di tutto il materiale si è provveduto al trasporto degli stessi presso la ditta Big-Party di Castelforte ai quali ne è stato dato l’affidamento in giudiziale custodia, mentre i due sono stati denunciati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento