Cambio al vertice dell'Arma, Cioffredi: "Calvi punto di riferimento per la cultura della legalità"

Gianpiero Cioffredi, presidente dell'Osservatorio Sicurezza e Legalità della Regione Lazio, interviene a proposito del cambio ai vertici dell'Arma dei carabinieri

“Esprimo, anche a nome della Regione Lazio, sincera gratitudine e apprezzamento per il lavoro svolto dal colonnello Eduardo Calvi in questi due anni come comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Latina. Per i cittadini della provincia di Latina, per le Istituzioni Locali, per la Regione, il colonnello Calvi ha rappresentato un  punto di riferimento importante per la crescita della  cultura della  legalità che rafforza la convivenza democratica nei territori”. Gianpiero Cioffredi, presidente dell'Osservatorio Sicurezza e Legalità della Regione Lazio, interviene a proposito del cambio ai vertici dell'Arma dei carabinieri. 

Il colonnello Calvi lascia infatti dopo due anni il comando provianciale di Latina per ricoprire un incarico al comando generale. Subentra il colonnello Gabriele Vitagliano.

“Insieme alle altre forze di Polizia  e al Prefetto di Latina  Pierluigi  Faloni, il colonnello Calvi - continua Cioffredi - è stato un meraviglioso interprete di quel modello di sicurezza che a Latina  ha saputo coniugare efficacia, rigore, competenza investigativa e dialogo costante con le comunità locali. Mi piace ricordare in questi due anni le due inchieste più importanti che hanno  visto la compagnia provinciale dei Carabinieri di Latina protagonista di un lavoro investigativo di grandissima  eccellenza. L’operazione Olimpia che vede coinvolti   ex amministratori, dirigenti, funzionari, professionisti e imprenditori  accusati di reati contro la pubblica amministrazione, con l’aggravante  del vincolo associativo e l’inchiesta sulla famiglia Crupi dedita all’importazione di ingenti quantitativi di cocaina dall’Olanda e collegata  ad una delle più potenti e pericolose cosche della ‘ndrangheta, i Commisso  di Siderno (Reggio Calabria).Quest'ultima una delle più importanti contro la ndrangheta, fatte in Italia negli ultimi anni”.

“Il colonnello Calvi ha dimostrato  in questi anni a Latina quella capacità di associare al rigore ed alla professionalità una spiccata umanità che è la cifra distintiva dei nostri carabinieri ai quali vanno i nostri sentimenti di stima e riconoscenza per il loro lavoro a tutela della legalità e della sicurezza  dei cittadini. Nel formulare al colonnello Calvi i nostri complimenti per il suo nuovo incarico al Comando Generale dell’Arma - conclude - siamo lieti di dare il nostro caloroso benvenuto al nuovo comandante provinciale colonnello Gabriele Vitagliano al quale auguriamo buon lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

Torna su
LatinaToday è in caricamento