Arrestato un esponente del clan Mendico, operava per i Casalesi

Il 52enne è finito in manette in esecuzione di un'ordinanza della Corte Suprema della Cassazione di Roma. Rinchiuso a Rebibbia deve scontare 4 anni e 11 mesi di reclusione

Apparteneva all’ormai disciolto clan Mendico che negli anni Novanta operava nei territori del Sud Pontino per alcuni esponenti della famiglia camorristica dei Casalesi, e stanotte è finito in manette.

L’uomo P. L. di 52 anni, originario di Castelforte, è stato arrestato la notte scorsa dagli uomini del comando compagnia dei carabinieri di Formia. L’operazione è stata eseguito in esecuzione di un’ordinanza emessa dalla Corte Suprema della Cassazione di Roma che ha confermato la condanna per associazione mafiosa emessa in precedenza dalla Corte d’Assise d’Appello sempre della capitale.

Si tratta di una misura relativa al famoso processo “Anni ‘90” sulle infiltrazioni della criminalità organizzata proprio nel Sud Pontino e scaturito dalle indagini compiute dal Nucleo Investigativo provinciale.

L’uomo, richiuso presso il carcere Rebibbia di Roma deve scontare la pena di 4 anni e 11 mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Cosa fare a Carnevale? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento