Cronaca Minturno

Camorra, sequestri da 4 milioni ai Casalesi: blitz anche a Minturno

I sigilli a beni di un ex consigliere comunale di Casal di Principe e di un imprenditore di 47 anni che fanno capo al clan. L'operazione della Dia di Napoli tra le province di Caserta, Latina e Milano

Blitz della Dia di Napoli anche a Minturno nell’ambito di un’operazione antimafia che ha portato al sequestro di beni mobili e immobili - tra le province di Caserta, Latina e Milano - per un valore di circa 4 milioni di euro.

I sigilli sono scattati sono scattati ai beni di un ex consigliere comunale di Casal di Principe, Luigi Corvino, 47 anni, ritenuto referente politico del clan dei Casalesi, e di un imprenditore di 49 anni, Francesco Lampo, fino al 2000 organico alla fazione Zagaria della stessa cosca.

L'ex consigliere comunale di Casal di Principe Luigi Corvino, attualmente ai domiciliari, è stato arrestato nel novembre del 2011, insieme ad altre 56 persone, nell'ambito dell'operazione "Il principe e la (scheda) ballerina". Secondo quanto emerso dalle indagini, assecondava le richieste della fazione Bidognetti del clan del cemento sostenendone gli interessi negli appalti, nelle forniture, nell'edilizia e anche procacciando voti per se stesso e per altri esponenti politici graditi al clan. In cambio del voto aveva anche promesso posti di lavoro nel centro commerciale "Il Principe", mai realizzato.

I beni - 12 immobili, un garage, 4 società, 15 rapporti finanziari e 3 autoveicoli - sono stati sequestrati tra Trentola Dugenta, San Cipriano d'Aversa, Casal di Principe, Aversa, Minturno e Milano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra, sequestri da 4 milioni ai Casalesi: blitz anche a Minturno

LatinaToday è in caricamento