Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Formia

Videolottery e gioco online gestiti dalle cosche: 11 arrestati, uno è di Formia

Operazione “The Imitation Game” della Guardia di Finanza e dello Sco della Polizia che hanno messo le mani su una rete dedita alla gestione illegale delle scommesse attraverso il gioco online denominato “dollaropoker”

Cosche mafiose e della n’drangheta sulla gestione del gioco online e dei videolottery. Secondo gli inquirenti è una vera e propria “associazione a delinquere a carattere transnazionale” quella su cui hanno messo le mani questa mattina Guardia di Finanza e dello Sco della Polizia, arrestando undici persone.

Tra questi c’è anche un uomo di Formia, Biagino Di Manno, classe ’73. Secondo quanto ipotizzato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, nell’ambito di un’indagine volta a contrastare la presenza criminale nel settore del giochi e delle scommesse, il sodalizio sarebbe vicino a varie organizzazioni mafiose, gestendo illecitamente gran parte delle attività di videolottery e gioco on line a livello nazionale ma anche all'estero. 

L'organizzazione attraverso la creazione di un sito illegale per il gioco del poker online denominato “dollaropoker”, con server e struttura di gestione situati all'estero, riusciva ad introitare ingenti guadagni illeciti che venivano successivamente versati su conti correnti esteri per poi rientrare in Italia attraverso l'acquisizione di immobili.

Per tutti gli arrestati la contestazione è quella di associazione a delinquere a carattere transnazionale volta a commettere una serie indeterminata di reati attraverso una rete illegale di gioco on line, aggirando la normativa di settore e omettendo fraudolentemente il versamento dei tributi erariali per la concessione di gioco, al fine di realizzare plurime truffe ai danni dello Stato. 

Solo per uno di loro, Luigi Tancredi, “detto anche “il re delle slot”, considerato al vertice dell’organizzazione criminale, è stata riconosciuta l’aggravante “mafiosa”, l’ipotesi è di aver “ha avvantaggiato il clan dei Casalesi, nell’affermarsi nel settore delle scommesse illecite on line”.

Per gli inquirenti il giro d'affari quotidiano era di oltre 11 milioni e 500 mila euro.

TUTTI I PARTICOLARI DELL'OPERAZIONE

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Videolottery e gioco online gestiti dalle cosche: 11 arrestati, uno è di Formia

LatinaToday è in caricamento