Cronaca Europa / Via Helsinki

Campetti di via Helsinki, pronti allo sgombero. Ordinanza del Comune

Dopo l'esposto di Libera alla Procura, riunione tecnica dell'amministrazione che presto provvederà a far liberare il centro e a consegnare le chiavi all'associazione antimafia

Sembra essere arrivata ad una svolta la questione dei campetti di calcio di via Helsinki a Latina.

Nei giorni scorsi si era diffusa la notizia della presentazione di un esposto denuncia Procura della Repubblica di Latina da parte dell’associazione Libera di Don Ciotti che da quasi un anno si è vista concedere in comodato d’uso, dal commissario Nardone e tramite una convenzione, l’intero centro ma che di fatto ancora non riesce a mettervi piede e a realizzare tutti i progetti previsti.

Il centro risulta ancora occupato dal custode, uno dei familiari di Fabio Buonamano che anni fa aveva provveduto alla costruzione dell’intero impianto successivamente confiscato.

E nel tardo pomeriggio di ieri il Comune ha fatto sapere che in queste ore arriverà un’ordinanza di sgombero di persone, masserizie e di tutto il materiale presente all’interno del campo di calcio di via Helsinki.

L’amministrazione lo ha stabilito nella riunione tecnica che si è tenuta nella mattina di ieri in Comune con oggetto l’affidamento della gestione del campo in questione all’associazione “Libera”. All’incontro, coordinato dall’avvocato Giacomo Mignano, hanno partecipato i dirigenti degli uffici comunali competenti.

Durante tutta la seduta è stata ripercorsa tutta la storia del centro sportivo a partire dalla deliberazione dello scorso anno con cui si era deciso di affidare la struttura all’associazione contro le mafie.

“Nel sopralluogo effettuato dai tecnici del Comune fu evidenziato che all’interno del campo di calcio viveva una persona, a cui fu intimato di lasciare l’immobile entro cinque giorni, provvedendo allo sgombero delle masserizie e di tutto il materiale presente – si legge in una nota del Comune -. Pur confermando la legittimità delle procedure seguite dall’amministrazione comunale relativamente al trasferimento dell’immobile all’associazione “Libera”, con contestuale consegna delle chiavi all’associazione stessa, e venuta a conoscenza che a tutt’oggi l’area non è stata ancora sgomberata e che l’associazione “Libera” non svolge la sua attività come invece previsto da contratto, l’amministrazione comunale provvederà quanto prima a far liberare l’area del campetto attraverso apposita ordinanza di sgombero”.
 

L’INTERVENTO DI ZARATTI - Intanto nel primo pomeriggio di ieri si era fatto sentire il presidente della commissione Sicurezza del Consiglio regionale del Lazio Filiberto Zaratti. "La convenzione firmata dal Comune di Latina che prevede l'assegnazione del campo di calcio di via Helsinki all'associazione Libera Contro le Mafie è rimasta lettera morta. Da quasi un anno - aggiunge - l'Associazione non può prendere possesso della struttura per le sue meritorie attività di antimafia in un territorio nel quale le organizzazioni criminali continuano a inquinare l'economia e il tessuto sociale. Mi auguro - afferma ancora Zaratti - che questo stato di inerzia dell'amministrazione comunale di Latina termini al più presto, perché l'ente locale è la prima vera frontiera di legalità sul territorio e come tale è chiamata a dare il buon esempio contro le mafie. A questo punto le istituzioni competenti devono far chiarezza sulla vicenda - conclude Zaratti - in modo tale da rendere fruibile il bene di via Helsinki all'associazione Libera".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campetti di via Helsinki, pronti allo sgombero. Ordinanza del Comune

LatinaToday è in caricamento