rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Aprilia / Via Carroceto

Campus Scolastico ad Aprilia, il 18 aprile l’apertura ei cantieri

Cusani presente alla posa della prima pietra: “Il progetto prevede la realizzazione di un’opera prestigiosa, un campus dei licei dotato di tanti servizi”

Anche Aprilia avrà il suo Campus Scolastico. L’apertura dei cantieri, con la cerimonia della posa della prima pietra a cui parteciperà anche il presidente della Provincia, Armando Cusani, è prevista per giovedì 18 aprile alle 10.30.

IL CAMPUS - La struttura sarà realizzata nella zona pianeggiante nei pressi dello stadio Comunale, lungo la strada provinciale Carroceto, che collega Aprilia e Cisterna; occuperà una superficie totale pari a 9980 mq, per un’altezza massima pari a 11,00 m. per accogliere circa mille alunni.  Il progetto prevede la realizzazione di una complessa ed articolata struttura destinata ad ospitare ambienti scolastici integrati da una molteplicità di servizi aggiuntivi a vocazione culturale e socio-ricreativa.

Il Campus si caratterizza per lo stile essenziale e moderno delle linee, nonché per la spiccata dimensione sociale che si palesa nella realizzazione delle aree di pertinenza, dedicate alla pratica sportiva, al welness, alla condivisione di spazi culturali ed alla fruizione di servizi commerciali. La struttura prevede anche bar, spazi commerciali tematici (edicola-copisteria-cartoleria), piscina semi-olimpionica con spogliatoi, un campo da basket, 3 campi da calcetto con spogliatoi, pista atletica ed area ginnica. Queste aree saranno utilizzabili in orari extrascolastici da associazioni e cittadini.

L’edificio a utilizzo prettamente scolastico, prevede 3 piani in cui sono disposti tutti gli ambienti necessari allo svolgimento delle attività didattiche, nello specifico: il piano terra ospiterà 14 aule, 1 aula videoproiezione, 2 laboratori di chimica, 2 depositi, l’area amministrativa (portineria, vicepresidenza, segreteria, uffici amministrativi), il bar e l’edicola con annessi locali di servizi e deposito; il primo piano ospiterà 17 aule, un laboratorio di informatica, un’aula di disegno, la sala professori, la biblioteca, l’ufficio di presidenza, la segreteria, ed aree destinate a deposito; il secondo piano ospiterà 19 aule, un laboratorio di informatica, un’aula disegno, 2 laboratori di fisica, un’aula videoproiezione, aree adibite a deposito e locale tecnico.

All’esterno è previsto poi un ampio parcheggio (95 posti auto, 32 posti motociclo e 2 posti per disabili), da cui si accede alla corte interna in cui è posto l’ingresso principale della scuola. Dinanzi all’istituto scolastico, sul lato nord-est sarà realizzata la casa del custode, mentre alle spalle del corpo scolastico sarà realizzato l’Auditorium che, in vista di un utilizzo anche in orari extrascolastici, sarà dotato di ingresso indipendente rispetto alla scuola.

Tutti gli ambienti saranno corredati da presidi tecnologici innovativi, (ad es. lavagne interattive multimediali), finalizzati a potenziare le procedure di apprendimento, nonché dotati di impianti speciali supportati da telecamere a circuito chiuso per garantirne la sicurezza. Le informazioni agli studenti e all’utenza sono assicurate attraverso un sistema telematico installato negli spazi principali dell’edificio scolastico, che beneficerà anche di una vasta area attrezzata a verde. Nel rispetto dell’ambiente e, al fine di conseguire un cospicuo risparmio energetico, si farà ricorso all’impiantistica fotovoltaica.

I COMMENTI - “Il progetto – afferma il presidente Cusani - prevede la realizzazione di un’opera prestigiosa, un campus dei licei dotato di tanti e tali servizi a notevole valenza sportiva, tecnologica, sociale e di welness, fruibili non solo dalla popolazione studentesca, ma anche da atleti, associazioni sportive, culturali e dai singoli cittadini, con ricadute considerevoli sul territorio in termini di occupazione, di sviluppo e di miglioramento della qualità della vita. Questo progetto rappresenta il 2° step di un percorso ambizioso iniziato con la realizzazione del campus dei licei di Cisterna di Latina e che, malgrado l’infelice e quanto mai miope scelta governativa di svilire, se non azzerare il ruolo delle Province italiane, questo Ente proseguirà caparbiamente finché avrà un alito di vita, battendosi strenuamente per difendere quei valori di democrazia che proprio sui banchi di scuola i nostri figli apprendono”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campus Scolastico ad Aprilia, il 18 aprile l’apertura ei cantieri

LatinaToday è in caricamento