Cane agganciato con il guinzaglio all’auto in marcia: denunciato medico di Minturno

E’ accaduto a Villa Literno, l’uomo deferito per maltrattamenti di animali. Non ha convinto la sua versione fornita ai carabinieri

Un uomo di Minturno, un medico, è stato denunciato nel casertano dai carabinieri per maltrattamenti di animali. I fatti sono accaduti lungo via Emanuele III a Villa Literno, comune nella provincia di Caserta. 

Come riporta CasertaNews, il professionista è stato sorpreso dai militari a bordo della sua Fiat 500 insieme a suo figlio 18enne mentre percorreva la strada a velocità sostenuta tenendo fuori tramite un guinzaglio a strappo il proprio cane, una meticcia beige di 10 anni. 

La cagnolina, che curata è stata affidata ad un canile autorizzato con ausilio dell’Asl, ha riportato ferite alla zampa sinistra

L'uomo ha cercato di giustificarsi spiegando il timore del figlio nei confronti del cane, tanto da tenerlo agganciato all'auto. Una ricostruzione che non ha convinto i militari per i quali la dinamica dei fatti nasconde un'altra verità cioè che l'uomo aveva appena lavato l'auto e non voleva che il cane, una volta trasportato all'interno della vettura, la sporcasse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento