rotate-mobile
Cronaca Cori

La storia del cane Jerry: gettato in un fosso e salvato da una catena di solidarietà

Una storia a lieto fine quella del setter inglese di 12 anni, il cane da caccia buttato, perché troppo anziano, senza pietà in un dirupo alto una decina di metri a Cori. Salvato, dopo le cure mediche ora sta bene e aspetta un nuovo padrone

Una storia fortunatamente a lieto fine ma che non nasconde la crudeltà di cui a volte è capace l’uomo quella del cane da caccia Jerry, l’anziano setter inglese di 12 anni gettato a morire in un fosso perchè troppo vecchio, che ha resistito finché non è stato salvato da una rapida ed efficace catena di solidarietà.

Ora, dopo le cure ricevute, è acciaccato, ma si rimetterà.

La triste storia arriva da Cori. Lo scorso giovedì 18 febbraio il comandante della polizia locale, il capitano Alessandro Cartelli, è stato allertato da una signora che aveva notato un cane lamentarsi sul fondo del fosso Smerdino, tra Cori e Cisterna. Qualcuno lo aveva buttato senza pietà in un dirupo alto una decina di metri.

Il capitano Cartelli e il signor Costantino Paniccia si sono calati lungo le pareti viscide ed hanno raggiunto Jerry, accasciato laggiù da almeno un paio di giorni, denutrito e con un femore rotto. Raggiunto l’ambulatorio veterinario di Cori Duovet, la dottoressa Margerita Milanini gli ha prestato le prime cure prima di essere trasferito nella clinica veterinaria di Cisterna.

La catena di solidarietà è poi proseguita arrivano fino in provincia di Bologna. Il capitano Cartelli si è rivolto infatti all’Italian Setter Rescue Onlus, di cui è tra i fondatori, e tramite la presidente Flavia Guagnelli ha trovato per lui ospitalità nella Tenuta del Mito di Minerbio.

Il sabato pomeriggio è stato il comandante della polizia locale ad accompagnarlo in automobile al rifugio per cani abbandonati, dove è stato accolto dalla nuova padroncina, Francesca Trebbi. Qui Jerry riceverà tutte le attenzioni necessarie a riprendersi, prima che possa essere adottato da qualche animo nobile.

Per la cronaca, l’ultimo proprietario di Jerry è al momento irraggiungibile. Il suo primo padrone invece ha contribuito alle spese. Lui aveva regolarmente ceduto Jerry ad un altro cacciatore e costui ad altri ancora, come è prassi venatoria per i validi cani da caccia, prima che venisse emessa la sentenza di anzianità.

Fortunatamente una storia a lieto fine: al vile del gesto di chi ha abbandonato Jerry ha infatti risposto il gran cuore  e il grande amore per gli animali di chi ha contribuito a salvare la vita all’anziano cane. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia del cane Jerry: gettato in un fosso e salvato da una catena di solidarietà

LatinaToday è in caricamento