rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
PER LA NOTTE DI SAN SILVESTRO

Botti vietati e ordinanze anti-alcol: i Comuni pontini si preparano a un Capodanno in sicurezza

Diversi provvedimenti sono stati adottati dai sindaci dei territori della provincia al fine di trascorrere in sicurezza la notte di San Silvestro

Botti vietati e ordinanze anti-alcol: i Comuni della provincia pontina si preparano a vivere un Capodanno in sicurezza. In queste ore, infatti, sono diverse le Amministrazioni, in particolare dei grandi centri del territorio, che stanno emanando provvedimenti volti a regolare i festeggiamenti per la notte di San Silvestro. 

Al sindaco di Cisterna, Valentino Mantini, infatti, che ha firmato un’ordinanza per il divieto di utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici per la notte di Capodanno su tutto il territorio comunale (qui per i particolari), si sono aggiunti anche altri primi cittadini. L’Amministrazione di Aprilia ha annunciato il provvedimento per la limitazione dell’utilizzo dei botti anche per proporre un momento di riflessione volto a sensibilizzare tutti i cittadini sull’utilizzo di petardi e botti. “Il Capodanno, che noi consideriamo un’occasione di festa, per gli animali può diventare un vero e proprio incubo. I botti creano negli animali stress e spavento; ogni anno, in seguito alla notte di Capodanno, vengono fatte tantissime segnalazioni di cani smarriti che fuggono dalle proprie abitazioni in preda alla paura. Inoltre purtroppo, vengono segnalate morti di animali di ogni specie. È giusto divertirsi, ma facciamolo con coscienza e in tutta sicurezza”: questo l’appello del Comune. “Festeggiare l’ultimo dell’anno può essere ugualmente bellissimo, magari con un brindisi evitando di far scoppiare i botti. Un grande gesto d’affetto che possiamo fare per i nostri amici animali”.

Una specifica ordinanza che vieta su tutto il territorio lo sparo di botti dalla mezzanotte del 31 dicembre e fino alle 12 del 2 gennaio è stata emanata anche dal sindaco di Sabaudia Alberto Mosca. I motivi, spiegano dall’Amministrazione, “sono prioritariamente la tutela dell’integrità fisica delle persone e, poi, degli animali, domestici e non, nonché la conservazione dei beni immobili, sia pubblici, sia privati. Oltretutto - aggiungono dall’Ente -, il territorio di Sabaudia insiste all’interno del Parco Nazionale del Circeo, ove è doveroso garantire il rispetto delle normative e dei regolamenti che tutelano l’ambiente, inteso come insieme di flora e fauna”.

Proprio con l’obiettivo di trascorrere un Capodanno in sicurezza, con un provvedimento ad hoc il sindaco di Gaeta, Cristian Leccese, ha disposto la limitazione alla vendita e all’abbandono di contenitori di bevande in concomitanza con le iniziative previste per il 31 dicembre - e anche del 6 gennaio - e il divieto di far esplodere per le intere giornate del 31 dicembre e del 1 gennaio su aree pubbliche e suolo pubblico, al di fuori degli spettacoli di professionisti autorizzati, fuochi d'artificio, petardi, botti, razzi e simili artifici pirotecnici, ancorché di libera vendita. Con un altro provvedimento, invece, è stato derogato il limite delle emissioni sonore e l’ampliamento dei limiti orari fino alle 4.30 per gli spettacoli che si terranno nelle diverse zone della città e per gli intrattenimenti musicali che si svolgeranno all’interno e all’esterno dei pubblici esercizi nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio. 

Analogo provvedimento è stato adottato anche dal sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli con cui è stato disposto il divieto di vendita e somministrazione e possesso di bevande in bottiglie di vetro e lattine durante lo svolgimento dei festeggiamenti del Capodanno nella frazione di Scauri. Così anche a Formia con l’ordinanza del sindaco Gianluca Taddeo dalle 12 del 31 dicembre e fino alle 8 del primo gennaio sono vietati all’esterno dei locali la somministrazione e il consumo di qualsiasi bevanda analcolica, alcolica e superalcolica in contenitori di vetro o lattina; l’accensione, l’utilizzo o il lancio e lo sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti similari e bombolette spray che emanano sostanze urticanti o comunque nocive. Vietati anche momenti di intrattenimento all’estero dei locali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti vietati e ordinanze anti-alcol: i Comuni pontini si preparano a un Capodanno in sicurezza

LatinaToday è in caricamento