rotate-mobile
Domenica, 7 Agosto 2022
Cronaca

Caporalato, le vittime saranno tutte riascoltate dal gip

E' stato fissato per il 1 aprile l'incidente probatorio per l'inchiesta Commodo prima che la Procura chieda il giudizio immediato cautelare

Si terrà il 1 aprile prossimo davanti al giudice per l’udienza preliminare Mario La Rosa l’incidente probatorio nell’ambito dell’inchiesta Commodo.

In quella sede saranno effettuati alcuni accertamenti tecnici non ripetibili: saranno infatti ascoltati nuovamente i quindici lavoratori stranieri vittime di caporalato che avevano denunciato di essere sfruttati dal gruppo finito in carcere a gennaio scorso. Si tratta di Luigi Battisti, titolare della cooperativa Agri Amici di Sezze, Daniela Cerroni e Marco Vaccaro, responsabile della Fai Cisl mentre avevano ottenuto gli arresti domiciliari Chiara Battisti, Luca Di Pietro e Nicola Spognardi, dipendente dell’Ispettorato del lavoro chiamati a rispondere a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento del lavoro, all’estorsione, all’autoriciclaggio, alla corruzione e ai reati tributari.

La richiesta di incidente probatorio era stata depositata da tempo da  alcuni legali della difesa e nell’udienza del 1 aprile saranno messe a verbale le testimonianze di coloro che secondo l’accusa sarebbero stati costretti a lavorare in condizioni indecenti e obbligati a iscriversi al sindacato così le loro dichiarazioni rimarranno agli atti anche se i lavoratori dovessero nel frattempo decidere di rientrare nei propri paesi d’origine. Nel corso della stessa udienza sarà inoltre affidato ad un esperto l’incarico di effettuare verifiche sui telefoni cellulari ed i computer sequestrati nel corso dell’operazione.

Poi, una volta concluso l’incidente probatorio, il procuratore aggiunto Carlo Lasperanza, che ha coordinato l'indagine,sembra intenzionato a richiedere la fissazione del processo con giudizio immediato cautelare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caporalato, le vittime saranno tutte riascoltate dal gip

LatinaToday è in caricamento