Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Prampolini / Via Aspromonte

Sovraffollamento carceri, è emergenza: a Latina il doppio dei detenuti

Secondo uno studio della Uil, quello pontino è uno dei 7 carceri italiani dove è il sovraffollamento ha raggiunto o superato il 100%, in un quadro nazionale che vede nel 2013 meno presenze e meno suicidi

Resta l’emergenza sovraffollamento, anche se nelle carceri nel 2013 si sono registrati meno presenze e meno suicidi. Questo è il quadro che emerge da uno studio della Uil Penitenziari, che ha messo insieme i dati ricavati da propri monitoraggi e le cifre ufficiali del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria. 

SOVRAFFOLLAMENTO - Maglia nera a Latina dove nel carcere di via Aspromonte rimane alta l’emergenza per il sovraffollamento. In quello pontino, infatti, il sovraffollamento ha raggiunto il 100%, vale a dire che i detenuti sono il doppio dei posti disponibili. Sono sette i carceri in Italia in cui si è raggiunto o superato il 100%, vale a dire, Modena (151,6%), Busto Arsizio (137,7%), Pozzuoli (134,8%), Padova Due Palazzi (103,2%), Castelvetrano (102%), Latina e Varese (100%).

MENO PRESENZE - Ma in generale nel 2013 si è avuta una riduzione del numero dei detenuti che sono passati dai 65.701 del 2012 (di cui 62.897 uomini e 2.804 donne) ai 62.536 (59.842 uomini e 2.694 donne) attuali. Un piccolo "miglioramento" in una situazione generale che "resta una vergogna per un Paese come l'Italia", commenta la Uil.

SUICIDI IN CALO E MENO AGGRESSIONI A POLIZIOTTI - Nel 2013, in tutte le carceri italiane, 42 detenuti si sono tolti la vita contro i 56 del 2012, facendo registrare un calo del 33%; 1.062 sono stati invece i tentativi di suicidio rispetto ai 1.305 del 2012 (-10,6%); quanto agli atti di autolesionismo, si è passati dai 7.260 del 2012 ai 6.858 del 2013 (-5,6%). E c'è stata una contrazione anche degli episodi di aggressione ai poliziotti penitenziari (235 nel 2013 per un totale di 298 feriti).  Il problema dei detenuti che si tolgono la vita resta però un'emergenza, tant'è che nel 2013 all'interno di 33 strutture penitenziarie (16,2%) si è registrato almeno un suicidio in cella; in 153 strutture (75,3%) si è verificato almeno un tentativo ed in 186 strutture (91,6%) almeno un atto di autolesionismo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sovraffollamento carceri, è emergenza: a Latina il doppio dei detenuti

LatinaToday è in caricamento