Carenze della sanità pubblica ad Aprilia e nel nord pontino: vertice in Regione

Il Comune di Aprilia ha sottolineato le “gravi carenze, sia strutturali che di organico, che caratterizzano la sanità pubblica di un territorio in forte espansione demografica”, non escludendo “azioni politiche eclatanti”

Le problematiche della sanità pubblica ad Aprilia e sul territorio del distretto sociosanitario del nord pontino al centro del vertice che lo scorso 6 giugno c’è stato in Regione

Il tavolo tecnico è stato presieduto dal Rresponsabile della Segreteria del Commissario ad acta per la sanità in Regione Lazio, Egidio Schiavetta, alla presenza del direttore del Distretto sanitario Belardino Rossi, del presidente del Tribunale dei Diritti del Malato di Aprilia Claudio Frollano e, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, dell’assessora ai Servizi Sociali e Sanità Eva Torselli.

Nel corso della riunione, il Comune di Aprilia ha sottolineato nuovamente le “gravi carenze, sia strutturali che di organico, che caratterizzano la sanità pubblica di un territorio peraltro in forte espansione demografica”, non escludendo da parte dell’Amministrazione “azioni politiche eclatanti per rivendicare l’auspicato riequilibrio di budget e risorse da destinare nel nord pontino”.

“L’Amministrazione comunale – ha commentato l’assessora Torselli – ha sottolineato come la Città di Aprilia vive la condizione di territorio dimenticato in fatto di servizi sanitari pubblici. Alle nostre costanti richieste di potenziare il Poliambulatorio di Via Giustiniano, più di una volta ci è stato risposto con nuovi tagli di orari e chiusura di specialistiche. Con maggior urgenza di soluzione, abbiamo indicato la necessità di potenziamento della cardiologia, della neuropsichiatria, dell’oncologia. Ma non solo: c’è urgenza sia di rinnovare gli strumenti, come per la pneumologia, anche nell’ottica dell’apertura della Casa della Salute, sia soprattutto di infermieristica specializzata per l’oncologia”.

In conclusione, l’Amministrazione comunale ha formalmente chiesto ai referenti regionali di rivedere la possibilità di finanziare le 800 ore Sumai (ossia relative alla specialistica ambulatoriale) disponibili ma mancanti di fondi.

“Il tavolo si è aggiornato – ha concluso l’assessora ai Servizi Sociali del Comune di Aprilia – con l’impegno della Segreteria del Commissario ad acta per la Sanità regionale di farsi carico delle nostre richieste di potenziamento dei servizi e di acquisto degli indispensabili strumenti per la dotazione del Poliambulatorio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

  • Coronavirus, contagi inarrestabili: altri 181 casi nel Lazio e 23 in provincia di Latina

  • Coronavirus: altri 19 casi in provincia, record a Cisterna. Un paziente morto per covid

  • Coronavirus: 10mila tamponi e altri 230 casi nel Lazio. In provincia 15 contagiati in più

  • Coronavirus Latina: casi positivi in due scuole elementari, chiuse quattro classi

  • Coronavirus Latina, la curva dei contagi non si ferma: altri 24 casi in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento