Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Non “sicure”, chiuse le sedi dei vigili del fuoco di Aprilia e Terracina

Carenze antisismiche riscontrate nelle strutture che ospitano i due distaccamenti. Presto arriveranno dei container per il personale. Furiosa la Cgil che chiede un incontro con le istituzioni

Chiudono le sedi distaccate di vigili del fuoco di Aprilia e Terracina. La motivazione? Un problema di sicurezza; le due strutture non risulterebbero avere un grado di sicurezza statico accettabile per la fruibilità in caso di eventi sismici.

La decisione presa in seguito ad una serie di verifiche effettuate presso i due distaccamenti in adempimento all’ordinanza del presidente del Consiglio dei Ministri del 2003, le quali avrebbero messo in evidenza delle carenze antisismiche delle due sedi pontine.

Verranno quindi realizzati dei moduli abitativi nelle aree esterne dei due distaccamenti di Aprilia e Terracina dove provvisoriamente stazioneranno i vigili; nel periodo che intercorrerà fino all’allestimento dei container, il personale del distaccamento di Aprilia sarà dislocato a Latina, quello di Terracina a Gaeta.

Come hanno fatto sapere dal comando provinciale dei vigili del fuoco si tratta comunque di una soluzione provvisoria in attesa di trovare nuovi immobili da adibire a sedi dei vigili del fuoco. 

CGIL – Infuriata la sigla sindacale che chiede un incontro urgente al Prefetto di Latina, ai sindaci di Terracina e Aprilia e ai vertici regionali e nazionali dei vigili del fuoco.

“La tempistica e le modalità denotano la grave approssimazione con la quale si è affrontato il problema delle carenze antisismiche delle due sedi – si legge in una nota delle segreterie di Fp Cgil e Fp Cgil Vigili del Fuoco Latina -: da circa due anni avevate posto il problema dell’inadeguatezza della sede di Terracina, ma da allora nessuno degli Uffici Centrali dell’Amministrazione ha cercato rimedio con l’insediamento in nuove sedi scaricando ad oggi il problema sul Dirigente di Latina costretto sia a garantire il soccorso che e tutelare i lavoratori. La grave assenza delle istituzioni ha avuto come unica conseguenza la scomparsa del soccorso tecnico urgente per le popolazioni dei territori interessati”.

“Esprimiamo infine il nostro sostegno ai lavoratori delle due sedi i quali hanno espresso le proprie preoccupazioni in primis per le popolazioni e non per la propria sede di servizio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non “sicure”, chiuse le sedi dei vigili del fuoco di Aprilia e Terracina

LatinaToday è in caricamento