Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Cori

Tradizione, rievocazioni e novità per il Carosello dei Rioni di Cori

Presentata la manifestazione che tra storia, enogastronomia ed antichi riti rievoca i festeggiamenti che si tenevano nel Rinascimento a Cori. Tante le novità per questa edizione che prenderà il via il 22 giugno

La presenza del gruppo degli archibugieri durante il primo palio, quello della Madonna del Soccorso, che daranno vita alle rievocazioni delle battaglie rinascimentali che venivano compiute con l’archibugio e delle atmosfere del Cinquecento; una stretta collaborazione avviata tra l’Ente Palio e il Museo per dedicare una sezione di quest’ultimo proprio al Carosello Storico e all’esposizione dei palii e dei costumi d’epoca; ed infine la collaborazione tra l’Ente Carosello Storico e le tra aziende produttrici di vino di Cori che nel corso degli anni hanno fatto sì che il comune pontino venisse conosciuto a livello nazionale e internazionale con i suoi prodotti.

Sono queste le tre novità che caratterizzeranno l’edizione 2014 del tradizionale Carosello Storico dei Rioni di Cori, presentato nei giorni scorsi presso l’azienda vinicola biologica Marco Carpineti – che insieme a Cincinnato e Pietra Pinta collaboreranno con l’Ente -.

E proprio sull’importanza di questo connubio tra il Carosello che rappresenta le tradizioni popolari e le manifestazioni popolari che negli anni hanno scandito la vita cittadina, e le tre aziende che portano avanti la produzione vinicola simbolo del prestigio attuale della città di Cori, si è soffermato anche il sindaco Conti. “Proprio dalla stretta collaborazione tra queste tre importanti realtà imprenditoriali locali che permettono di far conoscere al mondo la città di Cori, e il patrimonio storico culturale e del territorio si possono offrire prodotti, appuntamenti ed eventi di grande livello. Ma tutto questo è possibile solo se si fa sistema, e il Carosello è un sistema di grande qualità; solo così Cori, insieme anche agli altri comuni limitrofi, può offrire luoghi attrattivi ed iniziative significative che hanno una loro potenzialità e possono garantire uno sviluppo anche turistico ed economico.

IL CAROSELLO DI CORI - Il Carosello Storico dei Rioni fu ideato nel 1937 dall’Opera Nazionale Dopolavoro, dall’Ente Provinciale Turismo di Littoria e dal Comune di Cori. Nel 1938 fu ufficializzata come manifestazione permanente del tipico folklore corese. Si è svolto successivamente nel 1939, 1940, 1952, 1961, 1966, 1971, 1984 e, dal 1992, quando è stato istituito un apposito ente organizzatore, quasi tutti gli anni in due edizioni, a fine giugno e fine luglio.

La manifestazione tra storia ed enogastronomia, antichi riti che si ripetono da oltre cinquecento anni e riscoperta dei vini dalla tradizione millenaria, consiste nella rievocazione storica dei festeggiamenti che si tenevano, nel XVI secolo, in onore della Madonna del Soccorso, apparsa a Cori nel 1521, e di Sant’Oliva, patrona del paese dal XII secolo. Come documentato dagli Statuti comunali, durante la festa di Sant’Oliva, fuori porta Ninfina, si correvano due palii, uno per i coresi e l’altro per i forestieri.

Sono tre gli appuntamenti del Carosello Storico di Cori, il giuramento dei priori in piazza Sant’Oliva, il Palio Madonna del Soccorso in piazza Signina, e il Palio di Sant’Oliva fuori la porta Ninfina; tre eventi realmente esistiti e che poco hanno a che fare con l'invenzione, tre eventi che effettivamente si svolgevano a Cori già nel periodo del Rinascimento.

GLI APPUNTAMENTI - L’edizione 2014 avrà inizio il 22 giugno, alle 18, in piazza Sant’Oliva, con il giuramento dei priori. Come accadeva nel Rinascimento, sul suggestivo sagrato della chiesa dedicata alla patrona di Cori, con il sistema delle bussole verranno nominati i priori, incaricati di amministrare le tre Porte in cui era storicamente diviso il paese. Seguiranno la benedizione dei palii e l’investitura dei cavalieri.

Il 28 giugno, a partire dalle 20, cene propiziatorie nelle taverne allestite nelle tre Porte, occasione anche per assaporare gli appetitosi piatti della tradizione e gustare gli ottimi vini coresi. Domenica 29 giugno, alle 17 in piazza Signina verrà corso il palio Madonna del Soccorso, gara preceduta dal corteo composto da circa trecento figuranti in abiti rinascimentali, che si snoderà lungo le stradine del centro storico fino a raggiungere il campo di gara, e dall’esibizione degli sbandieratori di Cori. I cavalieri di Porta Signina, Romana e Ninfina si contenderanno l’ambìto drappo. Lanciati i cavalli al galoppo, i cavalieri dovranno cercare, in un tempo stabilito, di infilare con un pugnale di legno il maggior numero di anelli, sospesi all’antica staggia. Una gara che vede sempre i coresi abbandonarsi a un tifo sfrenato, in grado di emozionare e coinvolgere anche il forestiero.

Il secondo palio, quello dedicato a Sant’Oliva, si correrà in notturna alla fine di luglio, il 26 luglio, a Stoza, mentre nel periodo tra i due palii i festeggiamenti proseguiranno con le taverne aperte e le feste di Porta, in piazza San Giovanni, piazza Romana e in località Stoza.

LA COLLABORAZIONE CON LE TRE CANTINE – È con il primo palio, quello Madonna del Soccorso, che arriveranno anche le principali novità dell’edizione 2014. Sempre il 30 giugno, all’ombra dei principali monumenti di Cori, le cantine Marco Carpiteti, Pietra Pinta e Cincinnato cureranno infatti delle degustazioni che permetteranno ai forestieri di conoscere i prodotti locali. Ma non solo, gli stessi partecipanti potranno poi passeggiare nel centro storico e scoprire i tanti tesori del paese lepino ed essere accompagnati al borgo per vedere il Palio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tradizione, rievocazioni e novità per il Carosello dei Rioni di Cori

LatinaToday è in caricamento