rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Casa Cantoniera, Di Cocco: “Non ci sarà nessun abbattimento”

L'assessore dopo le voci sull'abbattimento dell'edificio storico per realizzare un parcheggio: "Può invece essere inserito nell'ambito di finanziamenti comunitari per valorizzare il patrimonio archeologico"

Non ci sarà nessun abbattimento della Casa Cantoniera di Borgo Le Ferriere”. A parlare l’assessore al Turismo del Comune di Latina, Gianluca Di Cocco.

“Rimaniamo quanto meno sbalorditi nell’apprendere dalla stampa locale che qualcuno abbia pensato all’abbattimento di un edificio storico per realizzare un parcheggio – ha spiegato l’assessore -. La notizia è ancor più sorprendente, soprattutto paragonata alle attuali e future politiche comunitarie, che sono tutte orientate verso azioni e strategie per favorire il recupero e riuso del  nostro patrimonio dell’architettura rurale storica, anche ai fini di uno sviluppo turistico sostenibile.

La Casa Contoniera sita a Le Ferriere di proprietà della Provincia, può essere inserita nell’ambito dei finanziamenti comunitari Obiettivo 2.3, finalizzati alla riqualificazione e valorizzazione del patrimonio archeologico, per il miglioramento della sua fruibilità e per la diffusione della conoscenza del patrimonio storico-culturale del nostro territorio.

Il bando, che scadrà il prossimo 31 marzo – prosegue Di Cocco -, prevede, tra l’altro, la presentazione di proposte progettuali per finanziamenti di ristrutturazioni di manufatti da adibire a strutture di accoglienza dei visitatori, nel caso specifico pensiamo all’attuale sito archeologico di Satricum e o anche a quelle che potrebbero essere le potenzialità di un turismo religioso legato alla presenza della Casa del Martirio di Santa Maria Goretti, ancor che a quello dell’archeologia industriale delle antiche ferriere e della cartiera.

Devo ringraziare l’Associazione San Benedetto dei Bonificatori per aver dato spazio a questa nobile iniziativa. Occorre quindi un confronto e un’azione sinergica tra i vari Enti e la nostra comunità per una governance delle politiche culturali finalizzate a mantenere in vita i nuclei storici, mediante la loro tutela, recupero e valorizzazione. Riteniamo, altresì, che tutto questo possa rappresentare la condicio sine qua non di uno sviluppo e una risorsa per la nostra economia e quindi per il futuro dei nostri figli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Cantoniera, Di Cocco: “Non ci sarà nessun abbattimento”

LatinaToday è in caricamento